Nelle amichevoli sorride la Remer La Comark china il capo a Piacenza

Nelle amichevoli sorride la Remer
La Comark china il capo a Piacenza

C’è chi sorride (la Remer) e chi (la Comark) abbassa il capo. Nelle due amichevoli di sabato pomeriggio , infatti, i trevigliesi hanno la meglio sul team svizzero del Sam Massagno (75-74 il finale) mentre la squadra cittadina è stata sconfitta dal Piacenza per 70-59.

Gara equilibrata al massimo quella disputata al PalaFacchetti con le sfidanti cronometricamente pronte ad approfittare delle temporanee lacune degli avversari. In mostra in fase risolutiva la copia straniera Woskuil (14) e Douvier e il collaudato talentuoso Marino (10). Discreti Borra e capitan Rossi. Rispetto alla precedente partita contro Orzinuovi (persa per 91-72) i trevigliesi hanno retto meglio in diesa ottimizzando al tempo stesso le conclusioni a canestro. Considerando che la preparazione al campionato è iniziata solo da un paio di settimane si può sostenere che la formazione di coach Adriano Vertemati abbia già acquisito una accettabile condizione di forma.

Niente da fare, invece, per la Comark contro l’ avversaria che affronterà proprio nella prima giornata del suo inedito campionato di serie A2.

Regge, comunque, l’ attenuante per l’ assenza del dominicano Solano che dovrebbe raggiungere i compagni la prossima settimana. La compagine orobica si è mossa a fasi alterne facilitando, così, i padroni di casa nel momento in cui erano chiamati a risalire la china. Come con l’ Alto Sebino , il danese Bergstedt ha totalizzato 19 punti confermando sino in fondo la sua certificata autorevolezza sotto canestro. Positive pure le prestazioni di un ritrovato Cazzolato e di un Mascherpa nel ruolo di macina canestri. Di lavoro la Comark ne dovrà compiere parecchio per presentarsi al via del torneo che conta al meglio delle sue possibilità.


© RIPRODUZIONE RISERVATA