Non basta un gran 2° tempoAtalanta sconfitta a Palermo 3-2

Guarda i cinque gol di Palermo - Atalanta Non è bastato all’Atalanta un grande secondo tempo sul campo del Palermo per pareggiare, come avrebbe meritato, una partita che nei primi 45’ minuti si era messa male (nerazzurri sotto per i due gol segnati da Miccoli e Bresciano) ma che poi la squadra bergamasca era riuscita a raddrizzare grazie alle reti di Floccari e Ferreira Pinto. La gioia della rimonta è durata appena tre minuti: il nuovo vantaggio siglato da Cavani ha gelato gli uomini di Del Neri. La sfida in terra siciliana di domenica 11 gennaio vale per la 18ª giornata di andata del campionato di serie A. 1° tempo - Pronti via e il Palermo ha una buona palla gol al 7’ con Simplicio che però non trova lo specchio della porta su cross di Cavani. Un minuto dopo è Cavani a sfiorare il vantaggio con un tiro al volo. Ma al 9’ si fa vivo Vieri di testa che manda a lato un bel cross di Floccari. La partita è vivace e al 22’ Miccoli è bravo a involarsi su lancio di Cassani, complice un intervento a vuoto di Talamonti, e a realizzare con un tocco rasoterra la rete del vantaggio rosanero. L’azione del Palermo ora si fa tambureggiante. Al 25’ grande parata di Coppola su colpo di testa ravvicinato dell’ex nerazzurro Carrozzieri. Palermo implacabile e Miccoli in giornata: il piccolo fantasista al 39’ serve l’assist del 2-0 a Bresciano, svelto a infilarsi in area e a trafiggere in scivolata Coppola. Miccoli però si infortuna nell’azione del raddoppio e lascia il posto a Succi. Atalanta un po’ sbilanciata e incapace di trovare il bandolo del gioco nel primo tempo. Palermo più equilibrato in ogni reparto e bravo a non concedere spazi ai nerazzurri. 2° tempo - Inizia la ripresa e finalmente un’azione pericolosa dell’Atalanta all’8’: Garics mette in mezzo dal fondo un pallone invitante per Doni che però calcia troppo centrale e Amelia si fa trovare pronto alla deviazione in corner. L’Atalanta gioca con un’altra personalità e adesso ci crede. Fa bene perché Floccari al 20’ anticipa di testa Carrozzieri su cros di Garics e sigla la rete che riapre l’incontro. Il Palermo sembra intimorito e i nerazzurri prendono sempre più coraggio sentendo odor di pareggio: peccato che al 27’ Cigarini sprechi la palla del 2-2 calciando a lato. La rimonta è solo rimandata perché al 33’ ci pensa Ferreira Pinto a girare in porta un cross del solito Valdes. L’Atalanta è scatenata ma la gioia degli uomini di Del Neri dura appena tre minuti: al 36’ Cavani, ben servito da Liverani, riporta in vantaggio il Palermo. I nerazzurri non si perdono d’animo e si ributtano in avanti. Amelia deve fare i miracoli: al 38’ superparata su botta di Valdes, al 43’ devia in angolo un tiro di cigarini, bravo a finalizzare uno scambio con Doni. Vano l’assedio finale dell’Atalanta. Vince il Palermo. Peccato: nella ripresa l’Atalanta, con gli ingressi di Valdes e Cigarini, unitamente al lavoro di Doni, ha espresso ben altra qualità e sicurezza rispetto alla prima parte del match. 

Non basta un gran 2° tempoAtalanta sconfitta a Palermo 3-2
PALERMO-ATALANTA 3-2
RETI: 22’ pt Miccoli, 39’ pt Bresciano, 20’ st Floccari, 33’ st Ferreira Pinto, 36’ st Cavani.
PALERMO (4-3-12): Amelia; Cassani, Carrozzieri, Kjaer, Capuano; Nocerino, Liverani (39’ st Guana), Bresciano; Simplicio (25’ st Migliaccio); Cavani,  Miccoli (41’ pt Succi). In panchina: Ujkani, Dellafiore, Guana, Gio. Tedesco, Mchedlidze. All. Ballardini.
ATALANTA (4-4-1-1):
F. Coppola; Garics, Talamonti, Pellegrino, Bellini; Ferreira Pinto, Guarente, Padoin (10’ st Valdes), Floccari; Doni; Vieri (1’ st Cigarini). In panchina: Consigli, Peluso, Rivalta, Bonaventura, Manzoni. All. Del Neri.
ARBITRO: Girardi di San Donà (guardalinee Cini-G. Bianchi; quarto uomo Cavarretta).
NOTE: ammoniti Liverani al 27’ pt, Garics al 35’ pt, Nocerino al 42’ pt e Kjaer al 47’ pt per gioco falloso. Angoli 4-3 per l’Atalanta. Recupero 2’+3’.

Donati: «Rivoglio l’Atalanta a costo di ridurmi lo stipendio» 

In serie B AlbinoLeffe battuto in casa dal Livorno

(11/01/2009)


© RIPRODUZIONE RISERVATA