Olimpiadi a rischio per Alex Schwazer  Ancora positivo ai test antidoping
Alex Schwazer

Olimpiadi a rischio per Alex Schwazer
Ancora positivo ai test antidoping

Il marciatore altoatesino, già squalificato per Epo prima dei Giochi di Londra, trovato positivo agli anabolizzanti in un test Iaaf di gennaio. A rischio le Olimpiadi.

«Si tratta di accuse false e mostruose». È il commento dell’avvocato Gerhard Brandstätter, legale del marciatore Alex Schwazer che - secondo quanto riporta un articolo della Gazzetta dello Sport - è stato nuovamente testato positivo durante un controllo antidoping. «Ora è successo quello che Alex ha sempre temuto, ma noi ci difenderemo e faremo causa» ha aggiunto Brandstätter.

Alex Schwazer era tornato a gareggiare l’8 maggio scorso dopo la squalifica che gli era stata inflitta per la positività all’Epo, riscontrata in un controllo preolimpico del 30 luglio 2012. Ora una nuova doccia fredda per Alex Schwazer.

Il marciatore bolzanino è stato trovato di nuovo positivo durante la preparazione per il rientro. Il controllo è stato effettuato a Vipiteno il 1° gennaio scorso e si tratterebbe di uno di quelli a sorpresa disposti dalla Iaaf, la federazione internazionale. Schwazer è stato sottoposto a decine di controlli pubblici, quelli di Iaaf e Wada, e privati nel periodo di sospensione e prima del ritorno all’attività agonistica nei Mondiali di Roma che gli hanno aperto le porte di Rio. Alle 15 a Vipiteno è convocata una conferenza stampa dove parlerà lo stesso marciatore affiancato dal suo coach, Sandro Donati. A rischio le Olimpiadi di Rio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA