Sabato 11 Aprile 2009

Pagelle: tutti bravi in difesa
Non c'è nessuno insufficiente

CONSIGLI s.v. - Praticamente disoccupato il numero uno atalantino. Napoli, dunque, inoffensivo, in zona gol anche in virtù del reparto difensivo nerazzurro molto efficace.
GARICS 6,5 - Si è visto subito che avrebbe voluto fare una bella figura davanti ai suoi ex sostenitori e ci è riuscito in pieno. Oltre all’autorità evidenziata in difesa, spesso e volentieri si è proiettato sulla fascia. Da applausi un suo intervento in anticipo su Zalayeta.
MANFREDINI 6,5 - Ha sfoderato la consueta sicurezza mostrando eleganza e il tempismo in ogni sua entrata. Un baluardo invalicabile.
TALAMONTI 6 - Anche il centrale argentino non si è fatto mai soprendere e ha sostenuto bene il reparto.
BELLINI 6,5 - Non ha sbagliato un solo intervento. Il capitano non tradisce mai.
VALDES 6 - La qualità tecnica del cileno non la si scopre adesso. Nonostante Doni non abbia giocato da titolare, il sudamericano è stato impiegato sulla fascia alternando sprazzi di buon gioco a pause (20' st DEFENDI s.v. - Impegno a parte, si è fatto notare col contagocce).
GUARENTE 6,5 - Anche a Napoli non si è smentito imponendosi nel gioco di interdizione nel corso dell’intera durata della gara.
CIGARINI 6,5 - Passaggi e toccate di prima da giocatore talentuoso qual è. Di positivo, inoltre, la sua tenuta in campo sino al triplice fischio finale.
PADOIN 6 - Sufficienza piena quella del tuttofare nerazzurro. Si sarebbe meritato un voto migliore se ci avesse mostrato qualche spunto offensivo dei suoi.
PLASMATI 6 - Generoso, si è battuto su ogni pallone, anche se non ha scovato lo spunto vincente (20' st DONI 6 - Dopo la lunga assenza è entrato subito in partita distribuendo non pochi passaggi millimetrici ai compagni e sfiorando una volta la rete. Tiratina d’orecchie per l’ammonizione per proteste).
FLOCCARI 6,5 - Marcato, scontatamente, a vista si è dato un gran daffare a destra e a manca. Nemmeno lui ha avuto il guizzo decisivo, ma il suo contributo all'attacco è sempre importante.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata