Domenica 23 Aprile 2006

Per l’Atalanta al Partenio un pari annunciato E i nerazzurri fanno un altro passo verso la A

Un pareggio ad Avellino non sarebbe male. Così Colantuono alla vigilia della partita che impegnato i nerazzurri al Partenio. E un pareggio è stato, con due squadre che si sono fronteggiate andando raramente a impensierire i portieri. L’Avellino aveva l’onere di provarci, poiché la situazione in classifica è critica. L’Atalanta ha controllato, dall’alto della tranquillità in classifica e attenta a continuare la serie positiva. E Zampagna ha avuto anche sul piede la palla del ko. Ma l’ha buttata fuori. Il campo di Avellino è notoriamente difficile, Per l’Atalanta è addirittura tabù, visto che i nerazzurri non hanno mai vinto al Partenio. Così si è vista un’Atalanta umile e combattiva, che ha ottimizzato le forze e portato a casa un nuovo prezioso punto per mantenere la testa del campionato e guardare sempre più da vicino la serie A.

AVELLINO-ATALANTA 0-0
Avellino (4-2-3-1): Cecere; Minieri, Masiello , Abruzzese, Rastelli (16’ st Vicari), Albino (26’ st Biancolino), Millesi; Danilevicius. A disp. Taglialatela, Ametrano, D’Andrea, Minopoli. All. Colomba.
Atalanta (4-3-1-2): Calderoni; Rivalta, Terra, Loria, Adriano; Migliaccio, Marcolini, Ariatti; Lazzari (32’ st Bombardini); Ventola (10’ st Zampagna), Soncin. A disp. Ivan, Bergamelli, D’Agostino, Defendi, Osvaldo. All. Colantuono.
Arbitro: Tagliavento di Terni 6.5
Note: ammoniti Minieri, Rastelli, Adriano.
Spettatori: 10.000.
Recuperi: 0’ pt, 5’ st

(22/04/2006)

a.campoleoni

© riproduzione riservata

Tags