Lunedì 19 Maggio 2014

Playoff e playout del calcio
Salvo MapelloBonate, AlzanoCene ko

Achille Mazzoleni, allenatore MapelloBonate

Ci siamo, ormai non restano che le finali playoff e gli ultimi responsi dei playout, mentre intanto per qualcuno inizierà la fase nazionale e per altri, invece, ci sarà quella regionale, con il terzo turno playoff.

I playout della Serie D sono stati il menù principale dell’ultimo week end, e per una bergamasca che piange, un’altra è pazza di gioia. Il MapelloBonate è salvo, il pareggio senza reti casalingo contro il Gozzano, concluso solo dopo i tempi supplementari, ha regalato la permanenza in categoria ai ragazzi di Mazzoleni, la seconda consecutiva per il sodalizio gialloblù. Per l’AlzanoCene, invece, lo spareggio ha regalato un verdetto da lacrime: la formazione di De Paola scende in Eccellenza dopo la sconfitta in trasferta a Borgomanero (1-0): dopo un’andata tragica e il risveglio del ritorno, lasciare così la categoria brucia parecchio. Il Brusaporto passa alla fase nazionale dopo la vittoria casalinga contro l’Aurora Travagliato: sotto di un gol, Sala pareggia un minuto dopo, prima del gol della tranquillità di Oberti.

In Promozione avanzano il Lemine (1-0 sulla Gavarnese) e il Caprino, secondo in campionato, che non è andato oltre lo 0-0 contro uno spuntato Ponteranica. Ottimo risultato anche per la Zanconti, che vince contro la Luisiana e accede alla finale playoff sul campo della Soresinese, dove sarà costretta a vincere. Miracolo del Paladina nei playout, che batte il Valcalepio, e lo condanna alla terza retrocessione consecutiva; si salva anche la Romanese nello scontro diretto contro il Fara Con Sola, che torna così in Prima, così come il San Paolo d’Argon, che non va oltre l’1-1 contro il Sellero Novelle, nonostante il gol del vantaggio al 41’ della ripresa. Si salva la Pagazzanese, a cui è bastato il pareggio senza reti contro il Casalmaiocco.

In Prima Categoria continua la favola del Bergamo Longuelo, che pareggia 2-2 dopo essere stato in vantaggio di due reti e va alla finale, dove incontrerà l’altra squadra del momento, la Prezzatese, alla quale è bastato un pareggio (1-1) contro la Nuova Selvino. Nel girone bergamasco - bresciano la Sebinia accede alla finalissima dopo il 2-0 sull’Ome, e adesso incontrerà un’altra orobica, la Pradalunghese di mister Palmisano. Prosegue il sogno anche dell’Or. Juventina, che batte 3-1 il Città di Segrate e andrà a far visita all’Or. Calvenzano nella finale-derby. Nei playout lo Zanica saluta la categoria dopo un solo anno, mentre si salva il Monvico dato per spacciato nel corso dell’annata. Beffa finale per la Brignanese, che dopo aver vinto lo spareggio è retrocessa nel playout contro il Pantigliate (3-2), nonostante i ragazzi di Moro fossero sul 2-1 a 2’ del termine.

Sono stati decisi anche gli accoppiamenti delle finali di Seconda, mentre i playout del girone A inizieranno domenica 25. Nel girone B il pronostico è stato ribaltato e la Villese, che aveva chiuso la regular season in leggero calo, ha avuto la meglio in trasferta sull’Excelsior e incontrerà il Comonte. Nel gruppo A il Pontida Briantea va sotto in casa con il San Giovanni Bianco, ma rimonta e conquista la finalissima contro la Roncola. Nel girone C la finale sarà Accademia Valseriana-Nuova Valcavallina, mentre i sogni di gloria del Bagnatica e del San Lorenzo sono rimandati all’anno prossimo. Buone notizie anche per Cividatese e Fornovo San Giovanni, che accedono alla finale dei rispettivi gironi dopo aver sconfitto il Saiano (3-1) e il Castelnuovo (3-2).

In Terza l’Or. Cologno ha ottenuto il lasciapassare per la categoria superiore battendo lo United Urgnano nello spareggio finale (2-0) e mandando i rivali ai playoff.

Simone Masper

© riproduzione riservata