Mercoledì 03 Dicembre 2003

Possanzini: «A Palermo non dobbiamo partire battuti»

Davide Possanzini morde il freno. In attesa di sapere se la sua assenza dai campi di gioco finirà a Palermo (improbabile) o in casa contro il Messina, l’attaccante marchigiano pensa positivo.

«La condizione fisica è decisamente in progresso - afferma il bomber dei seriani - . Sto lavorando con la squadra, tutto procede bene, speriamo non ci siano contrattempi. Spero di essere in panchina a Palermo, ma la decisione verrà presa di comune accordo con staff medico, tecnici e preparatore».

Per l’AlbinoLeffe le ultime due settimane hanno portato solo guai.

"Sì, non è un periodo felice. Il ko contro il Torino ci poteva stare, la sconfitta contro la Salernitana invece è stata di quelle pesanti, subita in casa contro una diretta concorrente per la salvezza. Insomma, in palio c’erano 3 punti che ne valevano 6. Ora però non dobbiamo demoralizzarci. Andiamo a Palermo con la giusta convinzione. I rosanero , con l’Atalanta, sono la squadra più forte del campionato, ma non dobbiamo partire battuti. C’è sempre una prima volta: prima o poi in casa perderà anche il Palermo. D’altra parte questo campionato regala sorprese a getto continuo, o no?».

La classifica si è fatta preoccupante?

«Per niente. Abbiamo fatto 20 punti e potremmo averne almeno 5 in più. Perciò, resto ottimista».

(03/12/2003)

u.negrini

© riproduzione riservata

Tags