Remer e Comark in trasferta Ma in parquet abbordabili
Tommaso Marino (Remer)

Remer e Comark in trasferta
Ma in parquet abbordabili

I trevigliesi attesi a Ravenna, mentre il quintetto del capoluogo se la vedrà a Moncalieri.

Calendari, sulla carta, favorevoli per Remer e Comark visto che le rispettive avversarie, Ravenna e Moncalieri, sono sulla carta tecnicamente inferiori. Certo, entrambe le bergamasche giocheranno in trasferta e questo non va mai sottovalutato. Tra le mura amiche, invece, sabato (ore 21) la Fassi Albino se la vedrà con il Giants Marghera nel palasport di Torre Boldone.

Tomas Kyzlink (Remer) in azione

Tomas Kyzlink (Remer) in azione

Rinfrancati dalla vittoria anche se sofferta di domenica scorsa al Pala Facchetti con Chieti, i trevigliesi sono alla ricerca di continuità in Romagna (domenica alle 16). Nonostante i padroni di casa puntino alla sola salvezza, guai sottovalutare il match. Un messaggio che coach Adriano Vertemati avrà ripetuto sino alla noia nel corso degli allenamenti della settimana. Alla copia Marino-Rossi dovranno portare un concreto contributo, soprattutto, Sorokas e Kyzlink pedine che ogni team del girone vorrebbero avere. Remer al gran completo. Al seguito della squadra un buon numero di supporter, che non fa mai male.

Marco Planezio della Comark Bergamo

Marco Planezio della Comark Bergamo

Per la Comark tornare a Bergamo con la posta in palio è già una specie di imperativo categorico. Del resto lo ha ribadito Vincenzo Locatelli, braccio destro del presidente Massimo Lentsch, nella seconda puntata di «Zambasket», in onda mercoledì sorso su Bergamo Tv: «Sì non lo nascondiamo: vogliamo salire in serie A2 subito». E per centrare l’obiettivo partite come quella in programma in Piemonte (sabato, inizio 20,30) esigono la vittoria. Morale ricaricato per capitan Chiarello e compagni in virtù dei quasi 40 punti appena inflitti al fanalino di coda Mortara. «Si è lavorato bene in palestra – ha detto il direttore generale Marcello Filattiera – per cui ci attendiamo una adeguata prestazione».


© RIPRODUZIONE RISERVATA