Martedì 06 Maggio 2014

Remer, prova convincente in gara2

Giovedì e sabato le sfide a Matera

Emanuele Rossi (Remer) in azione

REMER TREVIGLIO-MATERA 80-67

REMER TREVIGLIO: Alessandri 11, Kyzlink 6, Marino 14, Ihedioha 4, Rossi 19, Carnovali 16, Gaspardo 8, Flaccadori 2, Borra, Lorenzetti. All. Vertemati

MATERA: Iannuzzi 5, Rezzano 2, Jones 18, Austin 10, Cantone 8, Vico 3, Sacco, Magaza 13, Toscano 8, Bolletta. All. Benedetto

L’auspicato ritorno in fase realizzativa della premiata copia Marino-Rossi e la possibilità concessa a Carnovali di esprimersi al meglio sono state le chiavi del successo della Remer impostasi su Matera nella seconda sfida interna dei playoff.

Proprio l’esatto contrario di quanto accaduto in gara uno con Matera, allora, pronta ad approfittare del non annunciato flop dei padroni di casa. È, comunque, dovuto trascorrere l’intera frazione iniziale, terminata 14-13 per la Remer, perché capitan Rossi e compagni si scrollassero di dosso i fantasmi apparsi di colpo nella precedente contesa.

Dopodichè sin dalla ripresa delle ostilità i trevigliesi hanno riacquisito sicurezza e autostima evidenziate nel finale della regular season (sette vittorie consecutive). In pochi minuti, infatti, i locali hanno preso il sopravvento costringendo gli sbalorditi avversari ad accusare un passivo addirittura di 18 lunghezze alll’intervallo lungo, terminato 43-25.

La prevedibile reazione del quintetto bergamasco è stata, comunque, successivamente contenuta con il vantaggio sceso a 14 punti. Più o meno il medesimo copione si è registrato nei 10 minuti conclusivi: sicchè al suono della sirena la Remer ha potuto festeggiare la vittoria con l’inequivocabile + 13. A livello individuale già ci si è esposti nel magnificare Marino e Rossi, autori complessivamente di 33 punti contro i 10 di sabato scorso. Idem parlando di Carnovali che a nostro avviso andrebbe impiegato ancora con più minutaggi. Oltre la sufficienza per Alessandri e il rientrante Gaspardo.

Sul fronte Matera, maiuscole come al solito, le prove degli statunitensi Jones e Austin ben supportati da Maganza e a tratti da Toscano. A livello del collettivo, da apprezzare parecchio lo spirito di reazione di tutte le pedine utilizzate da coach Vertemati. E adesso sotto con gli impegni di giovedì e sabato prossimi in quel di Matera. Da ricordare che il regolamento dei playoff prevede che in caso di parità, la quinta definitiva bella verrà disputata, di nuovo, al Pala Facchetti.

Arturo Zambaldo

Remer, prova convincente in gara due

Giovedì e sabato due sfide a Matera

© riproduzione riservata