Salto in alto, Tamberi d’oro: «Tante difficoltà, ma ce l’ho fatta»
Gianmarco Tamberi (Foto by Ansa)

Salto in alto, Tamberi d’oro: «Tante difficoltà, ma ce l’ho fatta»

Tokyo 2020, l’azzurro vince a pari merito con Barshim: entrambi gli atleti hanno saltato 2,37 al primo tentativo. Bronzo per il bielorusso Maksim Nedasekau. «Dopo l’infortunio ho pianto tanto, ma poi mi sono detto che ci dovevo credere e ce l’ho fatta».

Gianmarco Tamberi ha vinto la medaglia d’oro ex aequo con il qatariota Mutaz Essa Barshim nella finale olimpica del salto in alto. Entrambi gli atleti hanno saltato 2,37 al primo tentativo. Bronzo per il bielorusso Maksim Nedasekau. L’azzurro, dopo aver vinto la medaglia più nobile nel salto in alto delle Olimpiadi di Tokyo 2020 a parimerito con Mutaz Barshim, esulta e piange di fronte al gesso dell’infortunio che lo costrinse a rinunciare all’Olimpiade di Rio 2016. Sul gesso, campeggia ancora la scritta ’Road to Tokyo 2020’, col 2020 cancellato e sotto aggiunto ’2021’ .«Non ci posso credere, sono passato attraverso infinità difficoltà ma ce l’ho fatta: ho vinto l’Olimpiade». Lo ha detto, ai microfoni della Rai, Gianmarco Tamberi, medaglia d’oro nel salto in alto delle Olimpiadi di Tokyo 2020. «Qualcosa di stratosferico: non dormirò mai più. Dopo l’infortunio - ha aggiunto - ho pianto tanto, ma poi mi sono detto che ci dovevo credere e ce l’ho fatta».


© RIPRODUZIONE RISERVATA