Giovedì 02 Settembre 2004

Sci alpino: il campionato del mondo torna in Valtellina dopo vent’anni

Il 28 gennaio 2005, con la cerimonia di apertura, prenderà il via, in Alta Valtellina, la 29ª edizione dei campionati del mondo Fis di sci alpino «Bormio 2005 Lombardia». Un evento di prestigio, che ritorna a Bormio e a Santa Caterina Valfurva a vent’anni dall’esperienza iridata del 1985. L’obiettivo è presentare l’Alta Valtellina come una resort di alto profilo su uno dei massimi palcoscenici degli sport invernali, trasformando la vetrina sportiva in una grande opportunità per lo sviluppo economico dell’intera zona. La manifestazione è stata presentata a Milano con l’International Road Show, carovana che per 4 mesi porterà i campionati del mondo e la Lombardia in giro per l’Italia e l’Europa. Il mezzo scelto, lungo 16 metri, è un tir espandibile che ha permesso di allestire una tensostruttura di 100 metri quadrati dove troveranno spazio gli stand per il pubblico e un palco per presentazioni e conferenze.

La partenza del tour segna la scadenza dei «meno 150 giorni» all’inizio: tra le tappe previste nel percorso della carovana l’Austria, il Belgio, la Danimarca, la Germania e la Francia, oltre ovviamente all’Italia. Ai campionati parteciperanno quasi 500 atleti in rappresentanza di 60 nazioni. Due le sedi: Bormio per le gare maschili, Santa Caterina Valfurva per quelle femminili. Dieci le medaglie d’oro, alle quali si aggiungerà, per la prima volta, anche il «Nations Team Even», gara a squadre che assegnerà il titolo di nazione campione del mondo. La medaglia andrà al Paese vincitore di una gara di combinata, che unirà una disciplina di velocità, il supergigante, a una disciplina tecnica, uno slalom speciale disputato in un’unica manche. Ogni squadra potrà essere composta esclusivamente da sei elementi, ma per ogni gara le nazioni schiereranno quattro atleti, due uomini e due donne.

Numerosi gli interventi sugli impianti e le infrastrutture: a Bormio, tra gli altri, sono stati realizzati la cabinovia «Bormio-Bormio 2000», in grado di trasportare 2.800 persone all’ora; a Santa Caterina, alcuni nuovi impianti in grado di trasportare 2.400 persone all’ora e un nuovo impianto di innevamento programmato.

(02/09/2004)

fa.tinaglia

© riproduzione riservata

Tags