Lunedì 13 Ottobre 2003

Spadisti della Bergamasca Scherma Creberg si qualificano per il Campionato Italiano Giovani

Gli spadisti della Bergamasca Scherma Creberg, Lorenzo Leali, Emilio Bettoni, Benedetta Canovi e Silvia Rivola si sono qualificati per i campionati categoria Giovani. Si è dunque rivelata un successo per i cadetti del team orobico del maestro Demianiuk, la trasferta di ieri, domenica 12 ottobre 2003, a Fondi, presso Latina, dove si è disputata la prima prova del Campionato italiano cadetti. Sono andati così avanti nella scalata ai piazzamento che hanno addirittura perso l’aereo per il ritorno a Bergamo. Ma, mai contrattempo è stato sopportato con tanta gioia. Del resto, i tempi del torneo di Fondi si sono allungati a causa dell’affollata partecipazione di atleti: più di 250 iscritti nel torneo maschile e poco meno di 200 in quello femminile.

Nella domenica che ha regalato all’Italia schermistica la vetta del mondo, il Creberg chiedeva ai propri giovani, molto più modestamente, di non pagare un prezzo troppo alto al debutto nella categoria superiore. L¹obbiettivo minimo era passare le qualificazioni, il massimo era strappare il lasciapassare per il Campionato italiano giovani (prova unica under 20), cioè arrivare nel primo scaglione (pari al 30%) delle classifiche. I cadetti del maestro Demianiuk (tutti di 15 anni, il minimo della categoria, che arriva fino ai 17 anni) ci sono riusciti. Il migliore di giornata è stato Lorenzo Leali, che nella gara vinta dal perugino Mancini ha conquistato il 17° posto finale, superando tre turni della fase ad eliminazione diretta. Si è fermato un turno prima Emilio Bettoni, 37°. Tra le ragazze, dove ha vinto la trevigiana Muroni, Benedetta Canovi ha chiuso al 52° posto. Dopo di lei Silvia Rivola è arrivata al 65° posto, Valeria Lameri al 71° e Samanta Testa al 79°. Il che significa che già ora Leali, Bettoni, la Canovi e la Rivola sono qualificati per i campionati categoria giovani. Un risultato di squadra che vale un aereo perso.

Il bilancio del fine-settimana del Creberg è arricchito dal Trofeo Città di Bolzano, una classica di inizio stagione, molto ben frequentata in tutte le categorie. Qui la posta in palio era diversa: fare esperienza, farsi conoscere. Un «primo giorno di scuola» ben più tranquillo di quello dei Cadetti, insomma. Ma dove conta sempre molto arrivare in alto. E così gli spadisti del Creberg hanno fatto, guidati per l¹occasione da Monica Vammes. Tra i giovanissimi, Michele Niggeler è terzo ed Amedeo Noris quinto: una conferma delle ultime prove e del fatto che si può contare su una buona leva. Conferme anche nella altre categorie: tra le allieve, Elisa Albini è quinta, seguita a ruota da Giulia Petillo, sesta (e sedicesima nel fioretto). Bene anche Clara Cortinovis nella spada giovanissime, settima, e Greta Marcella, nona.

(13/10/2003)

g.francinetti

© riproduzione riservata

Tags