Mercoledì 09 Aprile 2003

Tira borracce ai giudici di gara Cipollini espulso dalla corsa

Altro che poker di Cipollini. Il campione del mondo è stato espulso dall’ordine di arrivo della Gand-Wevelgem per aver tirato due borracce ad uno dei giudici ufficiali di corsa. Re Leone era caduto ai piedi del Kemmelberg, riportando due abrasioni al gomito e al fianco destri, e stava parlando con la sua ammiraglia. Il motociclista della giuria gli ha suonato ripetutamente per passare e Cipollini innervosito ha reagito nel modo brusco che ha portato alla sua esclusione dall’ordine di arrivo e alla multa di 200 franchi svizzeri.

La classica belga è stata vinta dal tedesco della Telekom Andreas Klier, 27 anni, che ha regolato in volata tre compagni di fuga: il britannico Vogels, l’olandese Boonen e l’italiano Ongarato, giunto quarto. La gara si è decisa a 15 chilometri dal traguardo, quando il quartetto ha stacato una compagnia più numerosa (che comprendeva anche Museeuw) per piazzare l’affondo vincente.

Come Cipollini, anche Paolo Bettini, uno dei favoriti della vigilia, è caduto. È accaduto dopo 50 km di corsa. Il toscano ha picchiato la spalla, ma per fortuna le radiografie effettuate all’ospedale di Ostenda hanno esclusa una frattura, evidenziando una lesione ai legamenti della spalla sinistra accompagnata da una fortissima contrattura muscolare.

(09/04/2003)

u.negrini

© riproduzione riservata

Tags