Sabato 19 Giugno 2004

Vieri furibondo con i giornalisti «Più uomo io, di tutti voi insieme»

Vieri è furibondo con i giornalisti, per la notizia di una sua lite con Buffon, e annuncia il silenzio stampa per tutti gli Europei. «È l’ultima volta che parlo con voi», ha detto l’attaccante azzurro ai rappresentanti della stampa. «Alcuni hanno scritto di un’alta tensione tra me e Buffon. Come calciatore potete dire quello che volete, come uomo non lo permetto. Ci massacrate dalla mattina alla sera, ne inventate tante. Io mi posso guardare allo specchio, voi no. Sono più uomo io di tutti voi messi insieme».

Anche Gigi Buffon smentisce categoricamente la lite con Christian Vieri e la definisce «totalmente inventata». «Una cosa sono le opinioni - avverte il portiere azzurro - un’altra i fatti: e questi vanno rispettati. Tra me e Bobo non c’é stata nemmeno una parola, in campo ci sono le telecamere che lo provano, nel tunnel mi ha preso subito la Rai...». Per Buffon «certi giornalisti stanno facendo in modo di non metterci in condizione di vincere».

Dopo il pari, processo a Trapattoni - «I cambi nel secondo tempo della gara con la Svezia? Ne sono ancora convintissimo, certo. In quel momento era giusto inserire gente fresca: stavamo subendo, gli scandinavi guadagnavano metri in continuazione». Nell’inevitabile processo a Giovanni Trapattoni per un pari che potrebbe non bastare agli azzurri per ottenere la qualificazione, la difesa del ct è veemente. «Gli italiani - aggiunge - le partite le devono vedere, non si devono limitare a leggere i giornali. Per quel che mi riguarda, a pallone ho giocato e come è andata lo so da me: non mi faccio condizionare dalle critiche».

LE VIE DEGLI AZZURRI PER RAGGIUNGERE I QUARTI

Vincere contro la Bulgaria e sperare che da Danimarca-Svezia esca un vincitore. Ma esiste un’altra possibilità: vittoria italiana sui bulgari, parità tra Svezia e Danimarca. A quel punto tutte e tre le nazioni avrebbero cinque punti in classifica generale, due negli scontri diretti tra loro con differenza reti pari essendo terminate tutte queste gare con un pareggio. Entrerà allora in vigore il numero delle reti segnate nei tre scontri diretti in questione: si parte da Italia-Danimarca 0-0, poi Italia e Svezia 1-1. Se Svezia e Danimarca pareggeranno tra loro 0-0, l’Italia passerebbe. Se nel derby nordico finisse 1-1 Italia e Danimarca si contenderebbero la qualificazione alla differenza reti globale con gli azzurri che dovrebbero pertanto vincere sulla Bulgaria con almeno tre reti di scarto, visto il successo per 2-0 di ieri pomeriggio della Danimarca sulla Bulgaria. Se invece Svezia-Danimarca terminerà 2-2, o con pareggi ancora più ricchi di gol, qualunque fosse il punteggio della vittoria italiana, gli azzurri torneranno a casa.

(20/06/2004)

u.negrini

© riproduzione riservata

Tags