Colognola, il borgo agricolo diventato quartiere residenziale
Piazza Emanuele Filiberto (Foto by Storylab)

Colognola, il borgo agricolo
diventato quartiere residenziale

Da Storylab affiora uno scatto interessante di Colognola. Siamo nel 1956 e il luogo è piazza Emanuele Filiberto, di fronte alla chiesa. Si respira un’aria d’altri tempi, di borghi storici, cascine e campagne. Oggi è cambiato tutto.

Eccoci con Storylab in piazza Emanuele Filiberto a Colognola, una piazza centralissima di questo quartiere di Bergamo che dalla seconda metà del Novecento ha progressivamente cambiato volto: da borgo agricolo nelle campagne a Sud della città a rione residenziale tra palazzi, strade e negozi. Lo scatto, datato 1956, ritrae l’edificio di fronte alla chiesa parrocchiale, all’angolo con via Carlo Alberto. Il palazzo di allora, completamente ristrutturato, oggi ospita appartamenti e attività commerciali, ma è ancora ben riconoscibile insieme alla «torretta» sulla destra, alla quale si è affiancato un condominio di cinque piani. È il simbolo di un quartiere che ha subito profonde trasformazioni: lì, dove ai tempi della foto si respirava ancora un’aria di campagna, nel corso dei decenni sono spuntati nuovi condomini, strade, parchi, l’asse interurbano. Il borgo agricolo è diventato una fetta sempre più consistente della città, con una fisionomia urbana in tutto e per tutto, anche se verso Stezzano qualche pezzo di campagna resiste ancora al tempo.

Lo scatto apparso su Storylab riporta anche una didascalia che accompagnava la foto nel calendario parrocchiale di San Sisto 1991-1992, in cui si evidenziava proprio la trasformazione di Colognola: «Piazza Emanuele Filiberto e l’inizio di via Carlo Alberto nel 1956 – si legge – : in 35 anni sono avvenute notevoli trasformazioni edilizie. La popolazione di Colognola è passata da 4.500 abitanti nel 1956, a 6.300 nel 1991; nel medesimo periodo è avvenuta la progressiva trasformazione di Colognola da borgo agricolo a rione prevalentemente residenziale». Dopo il «boom» di quegli anni, la trasformazione è proseguita anche nei decenni successivi con nuove costruzioni (tra le più recenti, l’area del supermercato «Famila» con i condomini che la circondano) e la popolazione è arrivata a sfiorare i 7 mila abitanti. Ecco il confronto fra ieri e oggi (foto Bedolis).


© RIPRODUZIONE RISERVATA