Gli anni Sessanta in via Broseta Una strada nella città che cambia
Via Broseta (Foto by Storylab - Archivio Wells)

Gli anni Sessanta in via Broseta
Una strada nella città che cambia

Storylab questa volta ci porta in via Broseta con uno scatto del 1968. Tanti dettagli sono cambiati, ma qualcosa è rimasto al suo posto fino ad oggi.

Sono passati quasi cinquant’anni e molto è cambiato, ma questa strada è ancora riconoscibile. Siamo in via Broseta e lo scatto, tratto da Storylab , è datato 1968. È una delle tante foto custodite nell’ Archivio Wells , uno dei più grandi e preziosi della città, con oltre cinquemila fotografie che potete sfogliare online sempre su Storylab. Le differenze più evidenti tra lo scatto d’epoca e quello attuale sono sul lato destro dell’inquadratura, dove gli edifici affacciati sulla strada hanno cambiato aspetto con il passare dei decenni: quello che ha mantenuto una forma tutto sommato simile a quella del 1968 è quello in primo piano a destra, dove compaiono però due ingressi in più al piano terra, con le saracinesche.

Sul lato sinistro si nota l’edificio all’angolo con piazza Risorgimento: anche questo è ben riconoscibile. Sullo sfondo si intravedono anche altri palazzi – in particolare quello al centro, di grosse dimensioni, che ha mantenuto il suo aspetto da allora – e quella che sembra essere l’insegna di un distributore di carburanti. Tra i lettori di Storylab, c’è chi ha dei ricordi personali legati a questa foto: «La casa sulla destra con fogli pubblicitari – scrive Pierantonio Abati – è quella dove sono nato e ho vissuto sino al 1966. La foto corrisponde al 1968, esisteva già sulla sinistra piazza Risorgimento». E, sempre tra i lettori, Lucio Paleari aggiunge: «Ero piccolo, ma mi ricordo il distributore all’incrocio tra via XXIV Maggio e via Broseta (dove attualmente c’è una farmacia) ma non quello che in foto si vede a destra di via Broseta».

Via Broseta nel 1968

Via Broseta nel 1968
(Foto by Storylab - Archivio Wells)

Via Broseta nel 2017

Via Broseta nel 2017
(Foto by Bedolis)

© RIPRODUZIONE RISERVATA