Via Quarenghi ieri e oggi Dal centro a quartiere etnico

Via Quarenghi ieri e oggi
Dal centro a quartiere etnico

Un salto di 60 anni e non solo: la prima via interessata dal fenomeno dell’emigrazione, vista a metà anni ’50.

Ecco via Quarenghi, in una foto di metà anni ’50 tratte dall’archivio Wells, in via di pubblicazione su Storylab. Un pezzo di città che con il passare degli anni ha conosciuto prima di altri il fenomeno dell’integrazione, spesso difficile, con gli stranieri. Ma all’epoca era solo una via di commercio, con le rotaie del tram, a pochi passi dal centro, come si vede nella foto: «I Capitanio fruttivendoli avevano il negozio appena dietro il fotografo» ricorda un lettore. «Sull’angolo a sinistra tra via Quarenghi e via Spaventa la vecchia sede della Farmacia Frizzi ora spostata nell’angolo opposto con via Palazzolo nel nuovo palazzo che ha sostituito quello in foto dove si trovava l’Albergo Milano».

Già, il nuovo palazzo: spostate il cursore sulla fotografia ed ecco via Quarenghi ai giorni nostri.

Il moderno palazzo all’angolo con via don Luigi Palazzolo con sotto la farmacia ha cambiato non di poco la percezione di una strada che però mantiene abbastanza intatte le proprie caratteristiche commerciali. Con una netta divisione tra la parte più, come dire, nobile, da via Zambonate all’incrocio Spaventa-Palazzolo e quella più popolare verso via San Giorgio, diventata con il passare degli anni il primo quartiere etnico della città.


© RIPRODUZIONE RISERVATA