Estate “a sei zampe” è bello,  ma sempre nel rispetto delle regole

Estate “a sei zampe” è bello,
ma sempre nel rispetto delle regole

Una bella passeggiata serale in città Alta, una giornata in riva al lago o al torrente, una camminata per rifugi. Sempre insieme al nostro amico peloso.
È l’estate, stagione bellissima e ideale per condividere al meglio il tempo anche con i nostri cani.

Attenzione però, se da un lato la società odierna è sempre più tendenzialmente “pet friendly”, offrendoci tantissime opportunità in più per godersi la vita “a sei zampe”, dall’altro non dobbiamo mai dimenticarci che tutto ciò comporta anche il dovere di rispettare sì leggi e regolamenti, ma soprattutto chi ci sta di fianco.

Raccogliere le deiezioni è, come sempre, il primo gesto da fare e, anche se sembra una cosa scontata da scrivere, ahimè purtroppo c’è ancora molto da fare.

Altra regola da rispettare è quella del cane al guinzaglio.

Lo ricordo ancora una volta: la legge prevede che i cani debbano essere sempre ritenuti e possono essere liberati soltanto nei posti in cui sia consentito farlo (le aree cani). Per cui va tenuto a mente che anche sui sentieri di campagna, di collina e di montagna il cane deve essere sempre portato al guinzaglio. Questo non soltanto per sicurezza e rispetto di chi percorre lo stesso nostro itinerario, ma anche per altre ragioni, quali il ripopolamento della selvaggina, il rispetto delle zone di addestramento autorizzato alla caccia e altro ancora.

Un ulteriore consiglio per compiere al meglio le nostre scampagnate a sei zampe è quello di abituare il nostro amico all’utilizzo della museruola (e quindi di portarla sempre con noi...). Vi sono infatti contesti in cui è obbligatoria, come ad esempio sui battelli lacustri, e senza non ci imbarcano. Abituare il cane ad indossarla è relativamente semplice, bastano qualche boccone goloso e un po’ di pazienza. YouTube poi è pieno di video “tutorial”... Evitate però la museruola a fascia, quella in nylon che serra la bocca. Ancor più in estate il cane ha bisogno di ansimare per espellere il calore (loro non sudano come noi), e quel tipo di prodotto non permette loro di farlo. State su una tradizionale museruola “a cestino” che tra l’altro permette anche al cane di bere senza dovergliela togliere.

Un ultimo consiglio: evitate il più possibile strumenti di contenzione coercitivi, in primis il collare a strozzo che tra l’altro, a proposito di regolamenti, è stato vietato sul territorio comunale di Bergamo.

Buona Estate a sei zampe a tutti!

© RIPRODUZIONE RISERVATA