I cani e il mal d’auto Un disturbo comune
Un cane in macchina (Foto by Photo by Michael Bartlett on Unsplash)

I cani e il mal d’auto
Un disturbo comune

Sono davvero tanti i nostri amici a quattro zampe che soffrono il mal d’auto, un disturbo che riguarda soprattutto i soggetti brachicefali, ma diffuso un po’ in tutte le razze e non.

Sebbene possa sembrare difficile, sappiate che si tratta di un problema risolvibile, e che rimandare o, peggio, rinunciare ad affrontarlo sarà soltanto controproducente per voi e per il vostro compagno peloso.

Cosa si può fare per aiutare i nostri beniamini a vivere i viaggi più serenamente?

Mai come in questo caso la famosa “regola dei piccoli passi” può venirvi in aiuto: iniziate quindi da casa abituando il cucciolo a stare in un comodo e sicuro trasportino (come vi avevo già spiegato in questa rubrica, è lo strumento migliore per farlo viaggiare insieme a voi), sarà una preziosissima “ancora” che vi aiuterà non poco.

Una volta che il trasportino sarà diventato al pari di una tana sicura, mettetelo in macchina, ma fatelo dapprima in cortile con tutti i finestrini abbassati e il motore spento, ovviamente restando seduti accanto a lui. Dieci minuti sono sufficienti per iniziare, poi fatelo scendere e premiatelo con un boccone goloso o giocando con lui, oppure magari entrambe le cose; questo servirà per fargli associare la macchina a qualcosa di bello e non soltanto alla toelettatura e/o al veterinario. Ripetete questa operazione per qualche giorno, poi rifatelo, sempre con l’auto ferma, ma con il motore acceso.

Se, come succede spesso, l’esperimento funziona, è il momento di fare un piccolo giro dell’isolato, che diventerà sempre più ampio col passare dei giorni. In questo modo lentamente è possibile abituare il cucciolo a vincere il mal d’auto e lo stress che lo accompagna. Nel caso invece notaste che il disagio sia eccessivo, sospendete per qualche giorno, ma non rinunciate! A supporto del vostro lavoro, infatti, possono essere accostati alcuni rimedi davvero efficaci quali i fiori di Bach oppure il collarino ai “feromoni appaganti”, facilmente reperibile nei pet stores oppure online.

Un valido aiuto, però, può arrivare anche dal vostro Veterinario. Esistono infatti prodotti indicati allo scopo, soprattutto per evitare che i viaggi più lunghi rappresentino per lui delle autentiche «torture».

Ecco infine qualche piccolo accorgimento da tenere mentre lo fate viaggiare in auto con voi:

1) mantenere sempre un’adeguata aerazione dell’abitacolo, meglio, se le condizioni meteorologiche lo consentono, attraverso i finestrini.

2) se il viaggio è lungo, fare ogni tanto una sosta per fargli stemperare lo stress che accumula

3) può essere utile dargli qualche piccolo premietto secco prima di partire e durante le soste affinché non sia totalmente a stomaco vuoto

4) Come durante il periodo di abituazione, cercate di fargli sempre sentire la vostra rassicurante presenza.

A questo punto non mi rimane che augurarvi buon viaggio!

*Educatore cinofilo professionista


© RIPRODUZIONE RISERVATA