Caso Cucchi/ Marino: Discrepanze tra le testimonianze dei dottori

Caso Cucchi/ Marino: Discrepanze tra le testimonianze dei dottori Medici Fatebenefratelli negano lesioni documentate a Regina Coeli

Caso Cucchi/ Marino: Discrepanze tra le testimonianze dei dottori
Roma, 11 nov. (Apcom) - Ci sono "discrepanze" tra le testimonianze dei medici in servizio presso il carcere di Regina Coeli e quella dei sanitari del Fatebenefratelli sulle condizioni in cui si trovava Stefano Cucchi, il 31enne morto in circostanze poco chiare all'ospedale Pertini il 22 ottobre. Lo ha detto Ignazio Marino, presidente della commissione di inchiesta sull'efficienza ed efficacia del sistema sanitario nazionale, al termine dell'audizione questa mattina di alcuni dottori del Fatebenefratelli. "Ci sono - ha detto Marino - certamente delle discrepanze tra quanto abbiamo ascoltato dai medici di Regina Coeli, che fanno riferimento a delle lesioni anche al volto, e quello che abbiamo ascoltato dai medici del Fatebenefratelli, che sembrano non denunciare lesioni così importanti al volto". Questi ultimi, infatti, "parlano di lievi segni sottocutanei e sotto le orbite, ma non di tumefazioni e lesioni così gravi come ci era sembrato di capire"."Dobbiamo approfondire - ha aggiunto il senatore - il motivo per cui queste ecchimosi e tumefazioni presenti non ci fossero poi il giorno dopo. Andremo avanti con la nostra indagine non escludendo un confronto tra i medici. Non credo - ha puntualizzato - che le cartelle cliniche siano state alterate, anche perché la cartella clinica per del Regina Coeli per qualche motivo non è stata visionata da nessuno dei medici del pronto soccorso", i quali "evidentemente si sono concentrati più sulle condizioni cliniche del paziente che sulla revisione dei documenti di Regina Coeli e della città giudiziaria". Sia la documentazione del carcere che quella della città giudiziaria, però, "documentano tumefazioni ed ecchimosi".Sulla vicenda, ha ricordato Marino, "abbiamo nominato ieri il professor Vincenzo Pascali, il medico legale dell'università Cattolica, come nostro perito e aspettiamo le sue valutazioni". Domani, ha annunciato Marino, la commissione ascolterà anche i medici del Pertini, "poi decideremo anche se fare un soprallugo all'ospedale".

© RIPRODUZIONE RISERVATA