Giovedì 12 Novembre 2009

Clima/ Copenaghen, Cina pronta a collaborare 'positivamente'

Singapore, 12 nov. (Apcom) - La Cina è pronta a "collaborare positivamente" per ottenere un "risultato giusto e ragionevole" al vertice sul clima di Copenaghen. Lo ha indicato il ministro degli Esteri, Yang Jiechi, che ha però chiarito che i Paesi sviluppati dovranno, per questo, assumersi le loro responsabilità. "La Cina è desiderosa di collaborare positivamente con tutte le parti e contribuire a ottenere un risultato equo e ragionevole al vertice di Copenaghen", che si terrà a dicembre, ha dichiarato Yang a margine del Forum economico Asia-Pacifico (Apec). "Il cambiamento climatico è una sfida immensa che tutta l'umanità deve fronteggiare e che richiede una cooperazione tra tutti i Paesi", ha aggiunto. Yang ha di nuovo insistito sulla necessità per gli stati di conformarsi agli accordi precedenti sul clima conclusi sotto l'egida delle Nazioni Unite, che accollano la parte essenziale degli sforzi sui Paesi sviluppati, ritenuti gli agenti inquinanti storici del pianeta. Pechino ritiene che questi ultimi debbano assumersi le loro responsabilità in materia di riduzione delle emissioni e aiutare i Paesi in via di sviluppo a combattere il cambiamento climatico. La Cina ha appena superato gli Stati Uniti come primo inquinatore del pianeta; i negoziati sul clima si svolgeranno questo fine settimana a margine delle discussioni della riunione dei leader dei ventuno stati membri dell'Apec, fra i quali i presidenti di Stati Uniti e Cina, Barack Obama e Hu Jintao. I due si vedranno successivamente a Pechino la settimana prossima.

Fco

© riproduzione riservata