Giovedì 12 Novembre 2009

Terrorismo/ Maroni: Prende piede a Milano, ma vigiliamo

Roma, 12 nov. (Apcom) - "Nell'area di Milano il fenomeno del terrorismo "sta prendendo piede", soprattutto attraverso il sistema della raccolta fondi "in franchising". Lo ha affermato il ministro dell'Interno Roberto Maroni, sottolineando però che l'operazione di oggi della Guardia di Finanza dimostra come "c'è grande attenzione, stiamo vigilando e intervenendo con grande tempestività". "E' stata smantellata una cellula importante. Questa operazione - rivendica il ministro dell'Interno in una conferenza stampa a palazzo Chigi - conferma quindi l'azione di monitoraggio e costante intervento sul fronte del terrorismo a Milano che si va delineando, non solo la città ma anche l'area circostante, come un'area in cui questi fenomeni stanno prendendo piede e assumendo una dimensione piuttosto rilevante". La cellula terroristica algerina colpita dall'operazione "organizzava trasferimenti di valuta e raccoglieva fondi per finanziare attività terroristiche fuori dall'Italia". Maroni ha poi fatto notare "''evoluzione che c'è stata da queste cellule che raccolgono fondi a kamikaze 'fai da te', una specie di terrorismo in franchising". Maroni ha quindi fatto i "complimenti alla Guardia di Finanza e ai magistrati che hanno smantellato questa pericolosa cellula". Questa mattina, a Milano, nell'ambito dell'operazione 'Special hajj', oltre cento finanzieri del Nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza di Milano, in collaborazione con altri Reparti del Corpo e con le unità antiterrorismo francesi, austriache, svizzere, spagnole, inglesi ed algerine stanno eseguendo 17 ordinanze di custodia cautelare in carcere, di cui 6 in Italia. Le ordinanze sono state emesse dal gip di Milano, Gambitta, nei confronti di un`organizzazione criminale internazionale formata da soggetti algerini responsabile di molteplici reati quali il possesso e la fabbricazione di documenti d`identità falsi - reato introdotto con la legge speciale antiterrorismo del 2005 - ricettazione ed altri reati di falso, il tutto con l`aggravante della transnazionalità. Oltre ai 17 arresti di oggi, negli oltre due anni di indagini svolte sono state già arrestate altre 6 persone per reati di falso ed immigrazione clandestina.

Rea/Gtu

© riproduzione riservata