Giovedì 12 Novembre 2009

Calcio/ Ungheria-Italia U-21, Casiraghi: Temo la troppa pressione

Roma, 12 nov. (Apcom) - La cosa che preoccupa di più il ct Pierluigi Casiraghi alla vigilia del delicato match della nazionale under 21 in Ungheria (ore 16 a Gyor) è "la troppa pressione che potrebbero avvertire" i suoi giocatori, chiamati ad un risultato che possa rimettere la squadra sulla strada giusta per centrare la qualificazione alle finale dell'Europeo di categoria del 2011. Gli azzurrini hanno infatti già messo assieme 9 punti di distacco dalla capolista Galles, che però ha giocato due partite in più. Con un ruolino di marcia non certo esaltante: una sconfitta col Galles, una vittoria con il Lussemburgo e un pareggio contro la Bosnia. "Voglio che i ragazzi giochino come sanno", ha detto oggi Casiraghi nella conferenza stampa della vigilia. "Dobbiamo vincere attraverso il gioco, facendo la gara e trovando concretezza sotto porta. La squadra è in crescita e ha la grande opportunità di far vedere che non ha mollato". Restano cinque match per rimettersi in corsa e in questo momento difficile Casiraghi punta molto su Mario Balotelli e ritrova anche un giocatore importante sul piano della motivazione e dell'esperienza come Davide Santon. "Per questa doppia trasferta ho avuto in prestito Santon, che è il più giovane ma pure il più esperto, ma c'è anche Balotelli: Mario ha potenzialità incredibili, deve fare una grande gara per sè e per noi, lo voglio più continuo e concreto", ha detto Casiraghi.

CAW

© riproduzione riservata