Immigrati/ Fini: Al centro azione politica ci sia dignità umana

Immigrati/ Fini: Al centro azione politica ci sia dignità umana Senza distinzione di sesso, razza, religione

Immigrati/ Fini: Al centro azione politica ci sia dignità umana
Trieste, 23 nov. (Apcom) - Gianfranco Fini insiste: "Al centro dell'azione politica non ci può che essere la dignità umana e questo deve avvenire senza nessuna distinzione di sesso, razza e religione e opinioni". Questo il passaggio finale dell'intervento del presidente della Camera all'inaugurazione dell'anno accademico dell'università di Trieste.Dopo le polemiche scoppiate sabato scorso per l'epiteto "stronzo" affibbiato a chi non rispetta gli immigrati, Fini è tornato oggi sul tema spiegando che la convivenza degli stranieri è "uno scenario" che dovrà "inevitabilmente" essere affrontato in futuro e in questo quadro "la nostra Costituzione è chiamata ad evolversi". Bisognerà riflettere sui processi per inquadrare in una nuova concezione giuridica i diritti politici di chi "non è ancora cittadino".Il presidente della Camera accenna alla "forti divergenze che si registrano tra le forze politiche sul tema" ma osserva: "E' doveroso, prima ancora che necessario, richiedere a coloro che vivono fra noi, e non sono ancora cittadini italiani, l'adempimento di tutti i doveri che la legge e la Costituzione prescrivono". Ovvero "quegli obblighi di rispetto e solidarietà cui essi stessi hanno pieno diritto in quanto persona, al di là di essere o meno cittadini".

© RIPRODUZIONE RISERVATA