Venerdì 27 Novembre 2009

Finanziaria/ Pd avanza controproposte: manovra insufficiente

Roma, 27 nov. (Apcom) - Il Pd giudica "insufficiente" la manovra economica contenuta nella legeg finanziaria e avanza le sue controproposte su redditi bassi, disocuppazione, piccole imprese, enti locali. "Giudichiamo timida e insufficiente la manovra finanziaria del governo e riteniamo che resti ancora troppo lontana dalle vere emergenze sociali del Paese. E` possibile, a nostro parere, coniugare la barra dritta sul rigore finanziario con una politica che riconosca e intervenga su queste emergenze: redditi bassi, disoccupazione, piccole imprese ed enti locali", spiega alla Camera, Marco Causi, deputato Pd della commissione Finanze. "La nostra proposta - spiega Causi - è di attribuire una detrazione fiscale forfettaria e straordinaria per l`anno 2010 sui redditi da lavoro dipendente e sulle pensioni che non superino 55 mila euro, da corrispondere in un`unica soluzione nella mensilità di aprile 2010, e di aumentare la detrazione fiscale per i figli a vantaggio sia dei lavoratori dipendenti che degli autonomi". "Proponiamo inoltre - continua l`esponente democratico - un`estensione della durata temporale di beneficio della cassa integrazione guadagni da 52 a 104 settimane, per aiutare imprese e lavoratori a fronte del perdurante calo degli ordini. E vogliamo anche estendere l`assegno di disoccupazione a tutti i lavoratori precari iscritti alla gestione separata Inps (co.co.co. e partite Iva), portandolo al 40 per cento dell`ultimo reddito disponibile, per i redditi fino a 18 mila euro. Per gli Enti locali . infine, è necessario riconoscere l`ammontare intero del rimborso conseguente al minor gettito dell`Ici. "L`insieme di queste misure - quantifica - ha un costo di circa 7,5 miliardi di euro e può essere finanziato facendo ricorso al gettito dello scudo fiscale e a risparmi mirati e selettivi sulla spesa pubblica inerziale. Le nostre proposte si completano poi con un pacchetto di misure a sostegno delle imprese, volte a convertire circa 1,7 miliardi di attuali contributi a fondo perduto a beneficio di misure più efficaci quali il Fondo di garanzia per il credito alle Pmi, i crediti d`imposta per investimenti nel Mezzogiorno e per ricerca".

Red/Pol

© riproduzione riservata