Lunedì 07 Dicembre 2009

Grecia/ Violenti scontri ad Atene e Salonicco, 21 feriti

Atene, 7 dic. (Ap) - Giornata di incidenti ad Atene, dove ieri migliaia di manifestanti sono scesi in strada per il primo anniversario della morte del 15enne Alexis Grigoropoulos, ucciso da un poliziotto nella capitale greca. Un anno fa questo episodio scatenò in Grecia una guerriglia urbana mai vista in precedenza. Ieri si sono ripetuti violenti scontri ad Atene e a Salonicco, ma nulla di paragonabile a quelli di un anno fa. La polizia ha arrestato oltre 150 persone, tra cui cinque italiani (quattro uomini e una donna). I manifestanti, perlopiù anarchici, provenienti anche da altri Paesi europei, hanno distrutto vetrine di banche e negozi, incendiato cassonetti e lanciato pietre contro gli agenti in tenuta antisomossa. Almeno cinque manifestanti e 16 poliziotti sono rimasti feriti negli scontri. Anche il rettore dell'Universitòà di Atene è rimasto leggermente ferito quando un gruppo di giovani ha occupato il rettorato prima dell'inizio del corteo davanti all'Università. Scontri sono scoppiati anche all'esterno dello Stadio Olimpico di Atene, mentre era in corso la partita del campionato di calcio greco tra Panathinaikos e Atromitos. Il match è stato sospeso per circa mezz'ora a causa del gas lacrimogeno sparato dagli agenti. Stamattina si era svolta una cerimonia privata sulla tomba del giovane Grigoropoulos, in un cimitero alla periferia della capitale. La mamma del ragazzo aveva lanciato un appello ai manifestanti affinché sfilassero pacificamente per onorare la memoria del figlio.

Plg

© riproduzione riservata