Lunedì 07 Dicembre 2009

Afghanistan/Amministrazione: nessuna data certa per inizio ritiro

Roma, 7 dic. (Apcom) - Dopo le accuse di eccessiva arrendevolezza giunte dall'opposizione Repubblica, l'Amministrazione Obama è corsa ai ripari precisando che il 2011 non deve essere intesa come data per un ritiro statunitense dall'Afghanistan, ma solo come quella dell'inizio del passaggio di consegne alle autorità afgane. "Abbiamo degli interessi strategici nell'Asia meridionale che non si possono misurare in termini di periodi di tempo definiti", ha ricordato il Consigliere per la sicurezza nazionale, James Jones, mentre il Segretario alla Difesa Robert Gates ha sottolineato come non si debba parlare di "scadenza": "Quella di cui stiamo parlando è è una data specifica per l'inizio del processo del trasferimento della sicurezza agli afgani". Come ricorda il quotidiano statunitense The Washingotn Post, oltre all'opposizione dei Repubblicani il discorso di Barack Obama - nel quale veniva fissato il 2011 come data per l'inizio del disimpegno - aveva causato preoccupazione anche a Kabul e Islamabad: il governo afgano ha già di fatto reso noto di non essere in grado di garantire di poter assumere il controllo della sicurezza di qui a 18 mesi. Obama aveva inteso da una parte inviare un chiaro messaggio al governo afgano che il tempo a disposizione non è infinito, cercando nel contempo di tranquillizzare l'ala più scettica sul conflitto del Partito Democratico dopo la decisione di inviare i 30mila effettivi di rinforzo previsti dalla nuova strategia.

Mgi

© riproduzione riservata