Sabato 12 Dicembre 2009

Iraq/ Blair alla Bbc: fu giusto "comunque" deporre Saddam

Roma, 12 dic. (Apcom) - Sarebbe stato "giusto" deporre Saddam Hussein anche in assenza di prove sul suo possesso di armi di distruzione di massa. Lo ha asserito l'ex primo ministro britannico Tony Blair in un'intervista che sarà diffusa domani dalla Bbc. Secondo il leader laburista, che sostenne l'ex presidente americano George W.Bush nell'invasione dell'Iraq del 2003, è stata la "consapevolezza in sé" che il leader iracheno rappresentasse "una minaccia per tutta la regione" a convincerlo a muovergli guerra. Senza la minaccia dei armi di distruzione di massa, sarebbe stato necessario - spiega ancora Blair - "utilizzare e sviluppare altri argomenti" per deporlo, trovare quindi un modo per giustificare l'invasione. Nel settembre 2002, ricorda la Bbc, il governo britannico pubblicò un dossier contenente le prove - poi ampiamente screditate - che l'Iraq potesse utilizzare armi di distruzioni di massa nel giro di 45 minuti su ordine di Saddam. Nell'intervista Tony Blair dice anche di comprendere le ragioni di coloro che si sono opposti e si oppongono alla guerra, ma "per quanto mi riguarda, dovevo prendere una decisione".

Fcs

© riproduzione riservata