Martedì 15 Dicembre 2009

Omicidio Poggi/ Iniziate repliche parte civile, pm rinunciano

Vigevano (Pavia), 15 dic. (Apcom) - L'arringa dei difensori di Alberto Stasi non ha aggiunto alcun elemento nuovo che meriti una replica prima della sentenza. È questa la scelta che faranno oggi in aula i pubblici ministeri, Rosa Muscio e Claudio Michelucci nel processo con rito abbreviato per l'omicidio di Chiara Poggi del 13 agosto 2007 a Garglasco. Hanno quindi deciso di non rispondere a uno dei legali dell'ex bocconiano, Angelo Giarda, che sabato in aula, per criticare il lavoro degli inquirenti, ha detto "avrei paura di questa accusa". L'avvocato di parte civile per la famiglia Poggi, Gianluigi Tizzoni, ha invece deciso di replicare e ha iniziato intorno alle 10 il suo intervento. Una decisione che per la seconda volta, dopo la diversa valutazione sull'ora della morte di Chiara, lo divide dalla Procura dopo mesi di fronte comune. L'udienza di oggi, la 22esima del processo iniziato il 24 febbraio, verrà chiusa probabilmente prima di mezzogiorno e aggiornata a giovedì per dare spazio a eventuali controrepliche della difesa prima che il gup, Stefano Vitelli, si ritiri in camera di consiglio per la sentenza. Anche oggi sono presenti in aula i familiari di Chiara e lo stesso Stasi.

Asa/Sar

© riproduzione riservata