Venerdì 25 Dicembre 2009

Sisma Abruzzo/ Berlusconi: Mantenute promesse, ora ricostruzione

Roma, 25 dic. (Apcom) - Le promesse fatte ai terremotati abruzzesi "sono state mantenute", e ora "il prossimo passo è mettersi al lavoro per la ricostruzione: lavoro lungo, sotto la guida de presidente della Regione, che presiederà alla gestione di questa fase post emergenziale". Lo ha detto il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, in una telefonata a Coppito durante una cena organizzata per i terremotati dell'Aquila. "Siamo riusciti a mantenere le promesse che avevo fatto in modo solenne davanti le bare delle vittime e alle quali nessuno credeva: fare subito case nuove, antisismiche, confortevoli, e non delle baraccopoli provvisorie che poi diventano definitive come è capitato in occasione degli altri terremoti. A quelle promesse credevano in pochi, con l'aiuto di tutti siamo riusciti a mantenerle", sottolinea il premier che rivendica: "Tutte le tendopoli sono state chiuse, a tutti è stata assicurata una sistemazione sicura e confortevole secondo il piano della Protezione Civile. Le cifre hanno del miracolo, ma credo che tuti si rendano conto che mai al mondo è stato messo in campo e realizzato un progetto simile". Un risultato per il quale Berlusconi ringrazia ancora una volta il capo della Protezione Civile Guido Bertolaso, presente a Coppito: "Ringrazio a nome di tutti voi e del governo Guido Bertolaso per il lavoro straordinario e di una generosità senza uguale che ha fatto in questi mesi". Agli aquilani Berlusconi da invece "dal profondo del cuore un augurio di realizzare tutti i sogni e i progetti che avete nella mente e nel cuore".

Rea

© riproduzione riservata