Venerdì 25 Dicembre 2009

Afghanistan/ Soldato Usa rapito, appello famiglia per rilascio

Boise (Idaho), 25 dic. (Ap) - La famiglia di Bowe Robert Bergdahl, il soldato statunitense rapito a fine giugno nell'est dell'Afghanistan e apparso oggi in un drammatico video diffuso dai suoi sequestratori, ha lanciato un appello per la sua liberazione. Lo ha annunciato la Guardia nazionale degli Stati Uniti. I genitori di Bowe Bergdahl hanno incoraggiato loro figlio "a restare forte". Il tenente colonnello Tim Marsano, della Guardia nazionale di Idaho, ha diramato un comunicato a nome della famiglia. Bergdahl fu sequestrato dai talebani a giugno nella provincia di Paktika ed è l'unico militare statunitense ostaggio della guerriglia. Nel comunicato, i suoi genitori hanno chiesto ai rapitori "di lasciare che il nostro unico figlio torni a casa". Poi si sono rivolti al loro ragazzo: "Ti amiamo e crediamo in te. Rimani forte". I talebani hanno diffuso un video che mostra Bergdahl; Marsano ha incontrato la sua famiglia questa mattina nella sua casa alla periferia di Hailey, nell'Idaho.

Fco

© riproduzione riservata