Yemen/Tre sospetti membri al Qaida arrestati, anche leader locale

Yemen/Tre sospetti membri al Qaida arrestati, anche leader locale In un ospedale, erano stati feriti lunedì in combattimenti

Yemen/Tre sospetti membri al Qaida arrestati, anche leader locale
Sana'a, 6 gen. (Ap) - Sono tre i sospetti militanti di al Qaida,rimasti precedentemente feriti in combattimenti con le forze di sicurezza, arrestati in Yemen. Tra i terroristi catturati nell'ospedale di Raida, 80 chilometri a nord di Sana'a, c'è Mohammad Ahmed al Hanak, uno dei leader di al Qaida in Yemen.Lo ha chiarito il ministero degli Interni di Sana'a in un comunicato. I tre sono stati catturati in un ospedale della provincia di Amran, a nordovest della capitale. I militanti arrestati erano rimasti feriti due giorni fa, in uno scontro tra l'esercito e un gruppo di guerriglieri in viaggio nella regione di Arhab, a nordest di Sana'a; due dei loro compagni erano stati uccisi."Mohammad Ahmed al Hanak e altre due persone che sono state ferite" in un'operazione contro la sua cellula due giorni fa "sono state arrestata in un ospedale a Raida, nella provincia di Amran", hanno dichiarato fonti di Sana'a. Le autorità avevano segnalato che in occasione dell'operazione di lunedì ad Arhab, quaranta chilometri a nord della capitale yemenita, due sospetti componenti della cellula diretta da al Hanak erano stati uccisi e altri due feriti erano stati arrestati sul posto.Il governo dello Yemen ha aumentato la pressione sugli estremisti, dietro insistenza di Stati Uniti e Gran Bretagna. Secondo l'intelligence Usa, sarebbe stato addestrato proprio in un campo di Al Qaida nello Yemen il giovane nigeriano che ha tentato di farsi esplodere sul volo della Delta Airlines il giorno di Natale. Nei giorni scorsi, gli Stati Uniti e diversi altri paesi avevano chiuso le loro ambasciate nella capitale yemenita Sanaa citando minacce alla sicurezza. Le sedi diplomatiche sono state riaperte ieri, con Washington che si è rallegrata per il successo di un'operazione antiterrorismo delle forze di sicurezza yemenite a nord di Sana'a: un riferimento all'offensiva ad Arhab.

© RIPRODUZIONE RISERVATA