Giovedì 07 Gennaio 2010

Polanski/ Il regista chiede di essere giudicato in contumacia

Los Angeles, 7 gen. (Ap) - L'avvocato Chad Hummel, legale del regista Roman Polanski, ha chiesto al giudice californiano Peter Espinoza che il suo assistito sia giudicato in contumacia per i reati sessuali dei quali è accusato. Il magistrato ha accettato la lettera ma ha precisato che intende verificare i precedenti giudiziari secondo i quali sarebbe appropriato procedere in assenza dell'imputato. Polanski, cittadino francese di origine polacca, è attualmente agli arresti domiciliari in Svizzera, dove è stato arrestato a settembre con un mandato di cattura internazionale. A dicembre, la corte d'appello aveva respinto la richiesta del grande regista di chiudere il procedimento, che prende le mosse da un'accusa di più di trent'anni fa: aver avuto rapporti sessuali illegali con una tredicenne nel 1977. Nel 1978, alla vigilia della prima sentenza sul caso, il cineasta fuggì dagli Stati Uniti.

Bar

© riproduzione riservata