Giovedì 07 Gennaio 2010

Regionali/Bonino: Zingaretti mi ha telefonato, io sono pronta

Roma, 7 gen. (Apcom) - Emma Bonino sarebbe pronta a correre per il Pd nel Lazio. La telefonata di Nicola Zingaretti è arrivata alla fine del mandato esplorativo all'interno del Pd e "mi ha detto che sul mio nome non ci sono dei no pregiudiziali. Quindi io sono pronta". Bonino racconta così, al videoforum di Repubblica.it, gli ultimi sviluppi della sua corsa alla presidenza del Lazio. "Con il Pd - precisa comunque BOnino - il discorso da fare è a livello nazionale, perchè noi presenteremo le liste Bonino-Pannella in tutte le regioni e il Lazio, pur se autorevole, è una regione italiana". Intanto, è il momento di guardarsi intorno e di pensare a formare una coalizione. Bonino mostra idee chiare. "Premesso che io ho fatto parte del governo Prodi con lealtà, ho sempre detto che non metto veti a nessuno. Di contro, però, non mi piace essere 'vetata' a mia volta". Il riferimento, è chiaro, è ai "teodem" di Paola Binetti. "Nella vita del gruppo parlamentare, in Senato - ha detto Bonino a me non è mai venuto in nmente di dire 'o io o la Binetti'. E mi fa specie che Binetti abbia sempre questo riflesso". A dire no a Emma Bonino, è stato a dire il vero anche Pierferdinando Casini, parlando per il suo Udc e il mondo cattolico e dichiarando, ieri, che avrebbe preferito allearsi con Renata Polverini, candidata del Pdl. Spetterà al leader del pd Pierluigi Bersani "trovare, all'interno di tutte le esigenze del Pd, una soluzione" dice Bonino. Non è che io possa fare molto altro". Infine, se il Pd decidesse per un altro grosso nome nazionale, tipo Enrico Letta, Bonino - già candidata per i radicali - non sembra disponibile a tirarsi indietro senza ottime ragioni: "Se mi dicono che scelgono Letta, in maniera di avere l'appoggio dell'Udc, allora ci posso pensare. Pero' dico, ma perche'? poi questo non vale in Puglia o altrove... No: io qui sto, mi sono esposta, ho detto 'ci sono'."

Aqu

© riproduzione riservata