Giovedì 07 Gennaio 2010

Ue/ Sistema navigazione Galileo, Commissione aggiudica 3 appalti

Bruxelles, 7 gen. (Apcom) - La Commissione europea ha annunciato, oggi a Bruxelles, l'aggiudicazione di tre dei sei contratti per gli appalti riguardanti la capacità operativa iniziale del nuovo sistema di navigazione satellitare Galileo. Il contratto per i servizi di supporto al sistema è stato aggiudicato a ThalesAleniaSpace (Italia), quello per un primo ordine di 14 satelliti a OHB System AG (Germania) e quello per i servizi di lancio a Arianespace (Francia). Gli altri tre appalti, riguardanti l'infrastruttura di terra per le missioni, l'infrastruttura di terra di controllo e le operazioni, dovrebbero essere aggiudicati entro la metà del 2010. Secondo Antonio Tajani, vicepresidente della Commissione europea responsabile dei Trasporti, "grazie a questi contratti e agli altri che saranno aggiudicati a breve, stiamo portando a termine una fase critica del programma Galileo. Ora - ha sottolineato il commissario - possiamo concentrare i nostri sforzi sull'effettiva realizzazione del progetto e dimostrare ai cittadini europei che il sistema di navigazione satellitare dell'Europa sta diventando una realtà concreta". Il contratto aggiudicato a ThalesAleniaSpace per i sistemi di supporto al sistema, che ha un valore di 85 milioni di euro, riguarda i servizi industriali necessari per fornire assistenza all'Agenzia spaziale europea per l'integrazione e la convalida del sistema Galileo. La firma di un contratto quadro a dicembre sia con OHB System AG che con EADS-Astrium GmBH, entrambi di Germania , ha spianato la strada per la fornitura complessiva di un massimo di 32 satelliti. Oggi OHB si aggiudica il primo ordine di 14 satelliti per un valore di 566 milioni di euro. Gli altri satelliti saranno oggetto di ordini di lavori successivi, di volta in volta forniti da OHB o da EADS-Astrium GmBH, a seconda di quale azienda presenterà l'offerta più vantaggiosa. La Commissione intende seguire una strategia di doppia fornitura per ridurre i rischi, in particolare per quanto riguarda i tempi di consegna, e potenziare la flessibilità. Il contratto aggiudicato a Arianespace, che ha un valore di 397 milioni di euro, riguarda l'invio nello spazio di cinque lanciatori Soyuz, ognuno dei quali trasporterà due satelliti. Il primo lancio è programmato per il mese di ottobre 2012. L'intenzione dell'Esecutivo Ue è di rendere Galileo pienamente operativo all'inizio del 2014. Il servizio aperto (Open Service), il servizio pubblico regolamentato (Public Regulated Service) e il servizio di ricerca e salvataggio (Search And Rescue Service) saranno forniti già dai primi mesi di quell'anno. Il servizio per la sicurezza della vita umana (Safety-of-Life Service) e il servizio commerciale saranno testati anch'essi a partire dal 2014, e saranno disponibili quando Galileo conseguirà la piena capacità operativa con una costellazione di 30 satelliti. Loc 071610 gen 10

MAZ

© riproduzione riservata