Venerdì 08 Gennaio 2010

Ocse/A novembre nuovi progressi ripresa area,Italia resta al top

Roma, 8 gen. (Apcom) - La ripresa economica continua a guadagnare slancio nei paesi avanzati e nelle maggiori economie emergenti, rileva l'Ocse in base ai risultati di novembre del suo superindice previsionale. E in un quadro generale di miglioramento - per l'intera area Ocse l'indicatore ha segnato un progresso di 1 punto dal mese precedente e di 8,2 punti su base annua - l'Italia continua a registrare la più consistente dinamica di incremento del superindice nel paragone annuo. Secondo l'ente parigino per la penisola è aumentato di 0,9 punti dal mese precedente, mentre la variazione annua del Composite leading indicator (Cli) è pari a 13,8 punti. Le due altre maggiori economie dell'area euro si avvicinano. La Germania ha visto il superindice segnare un progresso mensile di 1,4 punti, mentre l'incremento su base annua ha raggiunto 12,3 punti. Per la Francia, riporta l'Ocse, a novembre è aumentato di 1,2 punti dal mese precedente e di 11,9 punti rispetto al novembre del 2008. In generale i dati di novembre "forniscono segnali di ripresa più forti rispetto al mese scorso", rileva l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico con un comunicato. Per l'area euro il superindice ha segnato un incremento di 1,1 punti dal mese precedente e di 10,9 punti su base annua. Sull'insieme del G7 è aumentato di 1,1 punti dal mese precedente e 8,3 punti su base annua. Ora secondo l'Ocse, con l'eccezione di Canada e Regno Unito, tra le varie componenti del superindice sono ravvisabili miglioramenti anche sui dati della produzione industriale. E in ogni caso "per tutti i paesi del G7 i dati sono al di sopra delle tendenze di lungo periodo, implicando una prospettiva di espansione. Anche per le maggiori economie non aderenti le prospettive continuano a puntare verso la ripresa". Per gli Usa il superindice ha segnato un incremento di 1 punto dal mese precedente e di 6,8 punti su base annua; per il Giappone più 1,2 punti su mese e più 5,4 punti su anno; per la Gran Bretagna più 1,2 punti su mese e più 10,7 punti su anno; per la Cina più 0,2 punti su mese e più 7,6 punti su anno; per l'India superindice fermo su mese e più 4,3 punti su anno. In Russia, riporta ancora l'Ocse, il superindice è cresciuto di 1 punto in un mese e 3,4 punti su anno; sul Brasile è aumentato di 0,8 punti dal mese precedente mentre la variazione annua è l'unica a restare negativa, meno 1,3 punti.

Voz

© riproduzione riservata