Venerdì 08 Gennaio 2010

Aereo Usa/ Prima udienza in tribunale per l'aspirante kamikaze

New York, 8 gen. (Apcom) - Umar Farouk Abdulmutallab, il ventitreenne nigeriano che ha cercato di far esplodere un volo in fase di atterraggio a Detroit, il giorno di Natale, sarà in tribunale per la prima volta oggi. E' stato rinviato a giudizio per sei capi di imputazione che includono tentato omicidio e tentativo di usare armi di distruzione di massa a bordo di un aereo. Rischia il carcere a vita. L'aspirante kamikaze, che avrebbe avuto legami con al Qaida in Yemen, non è riuscito a detonare l'esplosivo che aveva portato a bordo dell'aereo ed è stato immobilizzato da alcuni passeggeri e dal personale di volo. Un secondo processo, oltre a quello di Detroit, è iniziato anche a Washington per il clamoroso svarione dell'intelligence americana che non è riuscita a prevenire il pericolo, pur sospettando Abdulmutallab di terrorismo. Il nigeriano, schedato in precendenza dal dipartimento di Stato come un estremista islamico ma non considerato una seria minaccia, sarebbe stato interrogato all'atterraggio, a Detroit. Abdulmutallab è stato ricoverato per alcuni giorni per gravi ustioni: l'esplosivo che nascondeva negli slip ha provocato un principio di incendio, anziché esplodere. Ora è detenuto in attesa di processo nel penitenziario federale di Milan, in Michigan.

Emc-boz

© riproduzione riservata