Venerdì 08 Gennaio 2010

Usa/ Arresti Ny nel quadro di inchiesta su attentato 11/9/09

New York, 8 gen. (Apcom) - Due uomini sono stati arrestati a Ny nel corso di un'indagine su un piano terroristico per far esplodere una bomba in città. Gli arrestati sono Adis Medunjanin e Zarein Ahmedzay. L'Fbi li ha prelevati nel Queens. L'arresto è parte di un'indagine su un piano per attaccare New York con dell'esplosivo lo scorso 11 settembre, nel giorno delle commemorazioni della tragedia del 2001. E' verosimile che tra le imputazioni ci sarà quella di cospirazione per utilizzare armi di distruzione di massa. I due uomini sono connessi a Najibullah Zazi, un autista del Colorado ed ex residente di New York, che lo scorso settembre è stato arrestato con l'accusa di essere stato addestrato da Al-Qaida per costruire bombe e compiere attacchi a New York. Il suo arresto è avvenuto dopo un viaggio a New York compiuto tra il 9 e il 15 settembre 2009. Zazi voleva probabilmente far scattare l'attacco proprio l'11 settembre, giorno in cui anche il presidente degli Stati Uniti Barack Obama si trovava in città per le commememorazioni degli attentati del 2001. Dopo il fermo di Zazi, Medunjanin e Ahmedzay sono finiti immediatamente nel mirino dell'Fbi. I due si erano recati in Pakistan insieme a Zazi nel 2008, e gli inquirenti sospettano che là avessero preso contatti con Al-Qaida. La polizia li ha tenuti sotto controllo e ripetutamente interrogati in questi mesi, ha preso impronte e ha perquisito le loro abitazioni, esaminando computer e telefoni. Zazi, che è nato in Afghanistan ed è cresciuto in Pakistan, ha vissuto nel Queens per 10 anni prima di trasferirsi a Denver lo scorso gennaio. Viveva nel quartiere di Flushing, dove abitano anche Medunjanin e Ahmedzay, ed è lì che si sono conosciuti. Zazi è attualmente in carcere, in attesa di processo, ma si è dichiarato non colpevole a fronte di tutte le accuse.

Emc

© riproduzione riservata