Venerdì 08 Gennaio 2010

Rosarno/ Gli immigrati alzano la testa, è guerriglia urbana-punto

Roma, 8 gen. (Apcom) - "Questo non è il Far West, ma la Calabria. E quelli la devono smettere". Urla così un vigile urbano all'ingresso di Rosarno indicando la sede del municipio. Da ieri questa città, tutta affacciata sulla piana di Gioia Tauro, che conta 15mila residenti, pochissimi centri di ritrovo, e quasi nessuna piazza, è al centro di una guerriglia iniziata dagli immigrati, tutti di colore e provenienti in massima parte dal centro Africa, e continuata dalla popolazione, dai residenti, dai calabresi. Anche se secondo le forze dell'ordine chi ha sparato colpi ad aria compressa e usato anche spranghe è "gente che viene da fuori". Forse cani sciolti della criminalità organizzata. In ogni caso la tensione è alta come non mai, la paura c'è. Oggi i bambini a scuola non sono andati - si racconta - e tutti i negozi sono rimasti chiusi. Le festività natalizie sembrano passano da tanto tempo. La task force istituita dal Viminale e operativa nella Prefettura di Reggio, dovrà occuparsi non solo di gestire l'emergenza, ma anche di capire come porre le basi per la sicurezza. "Invocata da tutti, ma perseguita da pochi", si spiega. I dati ufficiali sugli scontri sono allarmanti: 32 feriti, di cui 14 tra gli extracomunitari e 18 fra le forze dell'ordine, mentre al momento non risulta che nessun cittadino italiano sia stato curato o medicato negli ospedali della zona. Otto le persone arrestate, di cui sette extracomunitari. I reati contestati a vario titolo vanno dalla devastazione, alla rissa e violenza a pubblico ufficiale. L'unico italiano arrestato è un 37enne del luogo che questa mattina mentre con il suo escavatore stava spostando i cassonetti dal centro della strada, alla vista di un gruppo di immigrati avrebbe provato ad investirne uno. L'accusa per lui è di tentato omicidio. Due immigrati sono stati colpiti da spranghe e bastoni. "Uno di loro - spiegano dal 118 - dovrà essere operato per risolvere il trauma cranico". Il ferimento è avvenuto durante scontri sulla Statale 18 tra Rosarno e Gioia Tauro, tra immigrati e popolazione. Sempre questo pomeriggio altri due immigrati sono stati feriti alle gambe nei pressi di Rosarno, a quanto pare da colpi di pistola ad aria compressa.

Nav/Fmc

© riproduzione riservata