Martedì 19 Gennaio 2010

Haiti/ Due morti italiani. Dall'Ue aiuti per oltre 400 mln euro

Roma, 19 gen. (Apcom) - Almeno due sono gli italiani certamente morti nel sisma di Haiti, ma su altri due la Farnesina esprime grave preoccupazione e altri sette ancora sono dispersi. Ieri è stata confermata la morte di Guido Galli, funzionario dell'Onu sull'isola, fiorentino, pianto dalla sua città, dalla famiglia e dal fidanzato Felipe. Arriverà oggi ad Haiti un volo cargo italiano con bene per 620.000 Euro messi a disposizione della Cooperazione Italiana. E dall'Italia partirà anche la portaerei della Marina Militare "Cavour". La situazione sull'isola rimane tragica; oltre cinquantamila persone sono perite nel terremoto. Una trentina di americani sono stati feriti in un incidente mentre era in corso le operazioni di aiuto sei giorni dopo il sisma. L'ex presidente americano Bill Clinton, emissario speciale dell'Onu per Haiti, è arrivato ieri insieme alla figlia Chelsea, nella piccola isola caraibica devastata dal sisma. Dopo esser sceso dall'aereo e aver stretto le mani a dei soldati statunitensi, Clinton ha raggiunto subito un edificio che ospita i comandi della Joint Task Force-Haiti. A bordo dell'aereo anche materiale umanitario, in particolare acqua, viveri, medicinali, torce, transistor e generatori elettrici. Si incrociano polemiche perchè, come ha rivelato il Guardian,a sole 60 miglia dall'epicentro del sisma che ha distrutto Haiti, lussuose navi da crociera attraccano in candide spiagge dove i passeggeri si godono mare e solleone e cocktail a base di rum. Intanto le organizzazioni umanitarie e la protezione civile di tutto il mondo ha inviato squadre di soccorso che continuano a curare i feriti nonostante la drammatica assenza non solo di ospedali ma di attrezzature e antidolorifici; l'emergenza, dicono gli operatori, ora è di effettuare il prima possibile le amputazioni necessarie.

Aqu

© riproduzione riservata