Martedì 26 Gennaio 2010

Haiti/ Ue decide invio 300 gendarmi, di cui 120 carabinieri

Bruxelles, 26 gen. (Apcom) - Il Consiglio Ue dei ministri degli Esteri, riunito ieri a Bruxelles, ha deciso di inviare ad Haiti una missione di circa 300 uomini della gendarmeria europea, basata a Vicenza, a cui appartengono i corpi di polizia militare di sei paesi (Francia, Italia, Spagna, Olanda, Portogallo e Romania). Lo ha riferito, durante la conferenza stampa finale del Consiglio, l'Alto rappresentante per la Politica estera e di sicurezza comune dell'Ue, Catherine Ashton, precisando che si tratta del contributo collettivo alla missione Onu Minustah. I gendarmi europei avranno il compito di aiutare a distribuire gli aiuti alla popolazione colpita dal sisma, e garantire la sicurezza degli operatori umanitari. L'Italia, ha detto il sottosegretario agli Esteri Alfredo Mantica, che rappresentava a Bruxelles il ministro Frattini in missione negli Usa, invierà una compagnia di carabinieri (circa 120), il secondo contingente nazionale dopo quello francese (140 gendarmi), mentre l'Olanda parteciperà con una sessantina di agenti. Il resto della forza di polizia europea, che comprenderà anche mezzi (6 elicotteri e una nave appoggio) e attrezzature, dovrebbe essere assicurato dagli spagnoli, ma è possibile che partecipino anche gendarmi portoghesi e rumeni. La missione della gendarmeria europea era stata sollecitata dalle Nazioni unite. Il Consiglio di sicurezza ha deciso anche di rafforzare il contingente dei caschi blu presenti ad Haiti portandoli a 12.500 (3.500 in più).

Loc

© riproduzione riservata