Giovedì 28 Gennaio 2010

Haiti/ Sedicenne estratta viva dalle macerie dopo 2 settimane

Port-au-Prince, 28 gen. (Ap-Apcom) - Una ragazza di 16 anni è stata estratta viva dalle macerie da un gruppo di soccorritori francesi a due settimane dal terremoto che ha devastato Haiti. La ragazza si trovava nel College St Gerard di Port-au-Prince. Un cugino ha spiegato che Darlene Etienne aveva appena iniziato a studiare nella scuola quando è avvenuto il disastro e ha aggiunto: "Pensavamo fosse morta". La ragazza è stata portata subito in un ospedale da campo. Era effettivamente molto debole, il che lascia pensare che fosse lì da 15 giorni", ha dichiarato il comandante Samuel Bernes, portavoce della Protezione civile francese, precisando: "Era in una nicchia circondata dal cemento", nel Carrefour-Feuilles, al centro della capitale. I vicini stavano scavando tra le macerie quando hanno sentito una voce. La ragazza ha solo detto "grazie" ai suoi salvatori. "Era completamente disidratata" e "non era in condizioni di uscire da sola", ha spiegato il comandante Bernes, annunciando che è stata trasferita nell'ospedale organizzato nel liceo francese. "Parla, dice di essere felice", ha spiegato il medico colonnello Michel Orcel, che l'ha visitata. "Ha 16 anni, è viva e ha tutta la vita davanti", ha aggiunto, spiegando: "E' in uno stato di disidratazione molto avanzata. Per ora bisogna calmarla, tranquillizzarla, stabilizzarla". Sono circa 135 le persone ritrovate in vita sotto le macerie dal sisma del 12 gennaio, che ha già fatto "quasi 170.000 vittime", secondo il presidente di Haiti René Preval. Martedì pomeriggio un uomo di 31 anni è stato estratto dalle macerie dall'esercito americano nel centro di Port-au-Prince, senza che fosse possibile determinare da quanto tempo fosse imprigionato. L'uomo avrebbe infatti potuto rimanere incastrato durante una delle numerose scosse che nelle ultime due settimane hanno colpito Haiti. con fonte afp)

Fcs/Mar

© riproduzione riservata