Giovedì 28 Gennaio 2010

Francia/ Caso Clearstream,Villepin prosciolto da accusa calunnia

Roma, 28 gen. (Apcom) - Dominique de Villepin è stato prosciolto dal tribunale di Parigi al processo Clearstream. "Nessuna prova certa" risulta a carico dell'ex primo ministro francese, accusato di "complicità in calunnia". La Procura di Parigi aveva chiesto 18 mesi con la condizionale e un'ammenda di 45.000 euro per l'ex primo ministro. Secondo l'accusa, Villepin era colpevole di essersi "volontariamente astenuto" nell'affaire Clearstream, lasciando che questo si sviluppasse, pur nella consapevolezza della falsità degli elenchi bancari trasmessi alla giustizia. Il verdetto del tribunale di Parigi arriva al termine di tre mesi di processo, proprio nel giorno in cui, ironia della sorte, Nicolas Sarkozy, parte civile nel processo e acerrimo nemico di Villepin, festeggia il suo compleanno. Villepin è accusato in sostanza di aver sfruttato un falso elenco di titolari di conti bancari presso Clearstream, una finanziaria lussemburghese, per screditare il suo rivale politico del momento e attuale capo dello Stato, Nicolas Sarkozy, che figurava nell'elenco. All'epoca dei fatti, nel 2004, Villepin era ministro degli Esteri e Sarkozy ministro dell'Economia, entrambi con aspirazioni presidenziali. Gli elenchi erano stati falsificati da un ex consulente dei servizi segreti e trasmessi al giudice anticorruzione Renaud Van Ruymbeke da un "corvo" rivelatosi poi essere l'ex vicepresidente del gruppo industriale Eads, Jean-Louis Gergorin - oggi dichiarato colpevole - , un uomo vicino a Villepin.

Fcs

© riproduzione riservata