Giovedì 28 Gennaio 2010

Bill Gates: su aiuti a sviluppo Italia in "Lista della Vergogna"

Roma, 28 gen. (Apcom) - L'Italia è l'unico paese della Comunità internazionale ad avere cancellato aiuti allo sviluppo: è l'accusa di Bill Gates, in Germania per promuovere la sua 'Fondazione Bill e Melinda Gates'. Il fondatore di Microsoft ha messo il nostro paese, che in un passaggio di una lunga intervista alla "Frankfurter Rundschau" definisce "fuggiasco", nella sua personale "Lista della Vergogna". Nonostante i tempi di crisi, "la maggior parte dei governi si sono mostrati generosi in merito agli aiuti promessi per i più poveri dei poveri - spiega il filantropo Gates, e poi attacca - nella comunità internazionale c'è solo un fuggiasco, che ha cancellato aiuti allo sviluppo, e questa è l'Italia". Una critica già espressa nei confronti dell'Italia, anche nella lettera annuale della sua Fondazione pubblicata sul sito internet lunedì scorso. "La chiamo la mia lista della Vergogna", ha spiegato Gates, dicendosi tuttavia contento del fatto che questa lista finora comprenda solo un paese: "Se fossero dieci, sarebbe grave". Dopo un faccia-a-faccia con il presidente del Consiglio, Gates gli ha inviato una lettera scritta a mano: "Caro Silvio, mi dispiace di renderti la vita così difficile. Ma tu trascuri i poveri di questo mondo e non credo che gli elettori italiani siano d'accordo con queste riduzioni". E' il suo ruolo, sottolinea, diffondere nel mondo simili informazioni, ma di annunciare anche le storie di successo. "Allora - prosegue il testo della lettera riportato dalla Frankfurter Rundschau - gli elettori possono decidere: i politici eletti hanno mantenuto le loro promesse o no. A prescindere da ciò, ogni paese deve ovviamente decidere da solo cosa fare con i propri soldi".

Cuc

© riproduzione riservata