Venerdì 29 Gennaio 2010

Usa/ Processi 11 settembre non si terranno a New York

New York, 29 gen. (Apcom) - Il governo del presidente americano Barack Obama sta valutando l'ipotesi di non celebrare a New York i processi contro Khalid Sheikh Mohammed, l'architetto delle stragi terroristiche dell'11 settembre. Il governo avrebbe ceduto alle crescenti pressioni sui costi e sulla sicurezza, sollevate da politici di New York, su tutti il senatore democratico Chuck Schumer e il sindaco Michael Bloomberg. Un portavoce del presidente ha ribadito ieri sera che i processi a Mohammed e ad altri quattro complici - si terrà in un tribunale americano ma per la prima volta non viene menzionata la città di New York. Le preoccupazioni sono evidentemente più forti della valenza simbolica di un processo a Manhattan, a pochi isolati da Ground Zero. Obama, secondo il New York Times, ha lasciato al dipartimento di Giustizia la responsabilità di decidere dove si terranno i processi. Intanto al Congresso, sui processi continua lo scontro politico. I repubblicani - contrari alla decisione di processare i sospetti terroristi in tribunali ordinari - cercheranno di bloccare i finanziamenti chiesti dalla Casa Bianca per il trasferimento dei detenuti dalla base di Guantanamo Bay. Dopo la vittoria in Massachusetts, i repubblicani hanno i numeri per sbarrare la strada alla maggioranza al Senato ricorrendo all'ostruzionismo parlamentare.

Emc

© riproduzione riservata