Domenica 31 Gennaio 2010

Maltempo/ Allarme valanghe sull'Appennino, 2 morti su Gran Sasso

Roma, 31 gen. (Apcom) - E' allarme valanghe su tutto l'Appennino centrale, ma la giornata di oggi ha già fatto due vittime: una donna, il cui corpo è stato ritrovato sotto la neve, e un uomo del quale non è stato ancora trovato il cadavere, sul Gran Sasso. Altre due persone sono rimaste ferite a Roccaraso, dove è scivolata una slavina. Le deboli ma continue nevicate in alta quota delle ultime 48 ore unite al forte vento hanno colpito tutto il Gran Sasso, il gruppo Velino Silente, la Majella, il Terminillo e i gruppi montuosi del Parco Nazionale d`Abruzzo. In particolare, una valanga si è abbattuta a Campo Imperatore, sulla catena del Gran Sasso alle 12.30 di oggi, coivolgendo un gruppo di escursionisti composto da tre persone di Roma, una delle quali è riuscita a mettersi in salvo dalla slavina dando subito l`allarme. Uno dei dispersi, una donna di 30 anni, è stata trovata morta e sono in corso le operazioni, spiega il Corpo forestale dello Stato, per trovare il terzo componente tuttora disperso sotto la neve. La valanga, con un fronte di 150 metri è partita da 2.400 metri di altezza ed è arrivata fino ai 2.100 metri. A favorire il fenomeno le deboli ma continue nevicate delle ultime 48 ore unite al forte vento che non permette alla neve di legare con gli stati già presenti a terra, favorendo così il formarsi di pendii di neve instabili e suscettibili al distacco anche solo con il passaggio di un escursionista. Il Corpo forestale dello Stato aveva già segnalato la pericolosità di una uscita per una escursione con questo tempo. Oltre alla valanga del Gran Sasso, si sono verificate altre due slavine, una a Roccaraso ed una a Pescasseroli. A Roccaraso in località Aremogna un uomo e una donna diorigine napoletana sono stati recuperati sotto il manto nevoso. L`uomo, con una ferita ad una gamba, è attualmente ricoverato all`Ospedale di Castel di Sangro. La slavina di Pescasseroli non ha invece provocato feriti. Per entrambe sono in corso le indagini per verificare eventuali responsabilità degli snowboardisti su neve fresca che hanno probabilmente provocato il distacco della slavina.

Apa

© riproduzione riservata