Martedì 02 Febbraio 2010

Maltempo: Centro-nord al gelo. Cnr: "sarà inverno fino ad aprile"

Roma, 2 feb. (Apcom) - Anche oggi sarà gelo intenso su tutto il nord Italia, in Pianura Padana e, in particolare, in Alto Adige: le correnti nordoccidentali in quota porteranno su tutto il settentrione nuove masse d'aria di origine polare. Dopo il gran freddo di ieri (dai -8 gradi di Aosta ai -5 gradi di Torino e di Milano la mattina) oggi sulle Alpi centro orientali sono previste domani temperature ulteriormente rigide. Secondo il bollettino meteo del centro valanghe di Arabba, ad Asiago, poco oltre i mille metri di altitudine, sono previsti -23 gradi; anche -13 gradi a Belluno e Cortina d'Ampezzo. La pioggia continuerà a sferzare il sud, Calabria e Sicilia in particolare, secondo l'allerta meteo della Protezione Civile. E le temperature resteranno al di sotto della media stagionale almeno fino a domani. Al centro sud, temperature sotto lo zero anche a Roma di mattina. Il gelo significa emergenza anche per le campagne italiane, in particolare per gli ortaggi a campo aperto e per la floricoltura. E l'inverno potrebbe durare a lungo quest'anno: lo dice uno studio del Cnr. Siamo infatti di fronte a una fase invernale intensa i cui effetti "si spingeranno fino a buona parte di marzo. Probabilmente per la primavera dovremmo attendere il mese di aprile". Secondo il Cnr assistiamo ad anomalie che sono in grado di produrre, fino a 60 giorni, effetti sulla temperatura della troposfera, la zona più a contatto con la superficie terrestre. Questo inverno, sottolinea il Cnr, si caratterizza per questa anomalia stratosferica con dei blocchi della circolazione a cui è possibile imputare le ondate di intenso gelo avvenute prima di Natale, non solo in Europa, ma anche nell'America e nel continente asiatico. Per i prossimi 2 mesi, è pari a -1 grado il valore di anomalia termica atteso. Saranno possibili ondate di freddo da 5 a 10 giorni che potrebbero essere decisamente intense.

Aqu

© riproduzione riservata