Martedì 02 Febbraio 2010

Romania/Figlio Ceausescu vuole vietare piece teatrale su genitori

Bucarest, 2 feb. (Apcom-Nuova Europa) - Il figlio del defunto dittatore romeno Nicolae Ceausescu, Valentin, si è rivolto alla magistratura con la richiesta di proibire uno spettacolo teatrale che mette in scena il processo sommario e l'esecuzione dei suoi genitori, avvenuti nel dicembre del 1989. Lo ha annunciato l'avvocato di Ceausescu, Haralambie Voicilas. "Abbiamo chiesto di impedire nuove rappresentazioni dello spettacolo in scena al teatro Odeon di Bucarest e un risarcimento danni di un leu, circa un quarto di euro" ha detto Voicilas. L'avvocato ha spiegato che Valentin Ceausescu e il marito della defunta sorella Zoia hanno ottenuto circa due anni fa il copyright sul "marchio Ceausescu" presso l'ufficio brevetti romeno e il nome ora non può più essere utilizzato a fini commerciali senza l'accordo del proprietario. "Le opere a carattere strettamente storico sono esentate da questo divieto" ha spiegato. "Lo scopo del ricorrente non è di arricchirsi, ma di impedire che il nome di suo padre sia ridicolizzato" ha aggiunto. Lo spettacolo incriminato, "le ultime ore di Ceausescu", è stato realizzato dall'Istituto internazionale sugli assassini politici con sede a Berlino e Zurigo, sulla base di documenti audio e video autentici, a partire dalle testimonianze di persone che furono presenti ai fatti e da documentazione acquisita sul posto. Dopo due anni di rappresentazioni a Bucarest, poi a Berlino, a dicembre, lo spettacolo deve essere rappresentato in Svizzera, a Berna e Zurigo a gennaio e a Lucerna in febbraio. Voicilas non ha detto che il suo assistito vuole proibire lo spettacolo anche al'estero. Valentin Ceausescu aveva già fatto causa nel 2006 contro una società di telefonia che aveva utilizzato per uno spot pubblicitario il dittatore mentre teneva un discorso. Secondo l'avvocato però Ceausescu aveva perso la causa perchè il suo marchio non era stato ancora registrato.

Aqu

© riproduzione riservata