Venerdì 05 Febbraio 2010

Istat/ Arriva il nuovo paniere, dentro la badante e lo smartphone

Roma, 5 feb. (Apcom) - Entrano la badante, gli interventi del medico in regime privatistico, gli smartphone, i voli low cost nazionali. Escono la lampadina a incandescenza, i fiammiferi, la riparazione dell'orologio. Anche per il 2010, l'Istat ha aggiornato il paniere dei prodotti per i quali vengono rilevati mensilmente i prezzi per il calcolo dell'inflazione. Nel 2010 cresce il numero dei prodotti considerati di beni e servizi inclusi che aumenta da 1.143 del 2009 a 1.206 del 2010. Nel complesso, spiega l'Istat, sono 565mila le quotazioni di prezzo rilevate mensilmente. L'Istituto tiene a sottolineare che da gennaio 2010 è stata eliminata la cadenza trimestrale di rilevazione dei prodotti, per esempio gli affitti, e da quest'anno verranno rilevati tutti mensilmente e bimensilmente per "migliorare la capacità delle misurazioni". Rispetto all'anno scorso entra quindi nel paniere il collaboratore familiare con compiti di assistenza alla persona, persona che rispecchia "l'evidente tendenza delle famiglie a ricorrere sempre di più a queste forme di assistenza e l'aumento di spesa per queste voci". Stesso discorso per l'intervento medico in regime privatistico, ad esempio i parti in clinica. Vengono poi inseriti nuovi prodotti all'interno di posizioni già esistenti: ad esempio, arrivano gli smartphone e fra i Viaggi aerei nazionali adesso ci sono anche i voli low cost (già presenti al capitolo Viaggi aerei europei). Sette capitoli registrano un aumento del loro peso relativo rispetto all'anno precedente: ricreazione, spettacoli e cultura, servizi ricettivi e di ristorazione, altri beni e servizi, servizi sanitari e spese per la salute, comunicazioni, istruzione e bevande alcoliche e tabacchi. La diminuzione più rilevante interessa invece il capitolo trasporti.

Aqu-Cos

© riproduzione riservata