Venerdì 05 Febbraio 2010

Idv/ Aperto il congresso a Roma, Di Pietro interviene domani

Roma, 5 feb. (Apcom) - Si è aperto alle 15, con una breve introduzione del responsabile organizzativo Ivan Rota, il primo congresso nazionale dell'Italia dei Valori. Fino ad oggi partito-associazione totalmente controllato dal leader e fondatore Antonio Di Pietro, Idv tenta il salto di qualità dopo il quasi raddoppio elettorale registrato alle europee del 2009 (8 per cento contro il 4,3 dell'anno prima, quasi due milioni e mezzo di voti). Di Pietro è candidato alla rielezione, verrà proclamato domenica presidente, ma per la prima volta ha due antagonisti: uno che lo sfida apertamente, il deputato campano Francesco Barbato che vorrebbe candidarsi con una mozione alternativa, e un rivale 'in sonno', l'ex pm di Catanzaro Luigi de Magistris. Oggi eurodeputato, De Magistris appoggia la mozione per la riconferma di Di Pietro, ma alle elezioni europee ha vinto la sfida delle preferenze con il leader e oggi propugna l'apertura alla sinistra radicale, ai no global, al 'popolo viola' per andare oltre l'Idv. Attorno alle 17 di oggi è previsto l'intervento di De Magistris, che finora si è sempre qualificato come 'indipendente' ma rappresenta gli umori di una parte importante del partito e dell'elettorato dell'Idv. Ma al Marriott ha già preso la parola il presidente dei senatori dell'Idv Felice Belisario, che ha già chiarito che i colonnelli del partito non gradiscono la proposta di svolta a sinistra: "Rispetto la sinistra, non mi sento né centrista né moderato ma uomo dell'Italia dei Valori. Non vado a cercare orfani di politiche ideologiche che ricercano posti al sole", ha ammonito: il futuro è "una coalizione con il Partito democratico" e con le forze che vorranno dare vita a "un nuovo centrosinistra". Domani alle 11 la relazione di Di Pietro, che dovrà dare indicazioni su come tenere unite le due anime del partito.

Bar

© riproduzione riservata